in

Alfa Romeo: la produzione a Cassino continuerà senza sosta per le prossime settimane

Nel frattempo, si avvicina la fine della carriera della Giulietta e il debutto del D-SUV Maserati

A distanza di una settimana dalla ripresa della produzione, lo stabilimento FCA di Cassino continua a lavorare a ritmo sostenuto per tutti e tre i modelli Alfa Romeo. Nelle scorse settimane, prima dell’effettiva ripresa, si era ipotizzato un immediato ricorso alla cassa integrazione da parte di FCA per lo stabilimento laziale. Ad oggi, invece, non ci sono comunicazioni da parte dell’azienda in merito ad uno stop della produzione per Cassino. 

Considerando che un eventuale ricorso alla cassa integrazione necessita di un preavviso di 25 giorni, le attività nello stabilimento laziale dovrebbero continuare senza sosta per buona parte del mese di settembre, almeno sino all’inizio dell’autunno. Al momento, non ci sono informazioni precise in merito al calendario produttivo nel lungo periodo.

Si avvicina la fine della produzione per la Giulietta

L’unica certezza sul futuro di Cassino è rappresentata dalla fine della produzione dell’Alfa Romeo Giulietta, in programma nel corso delle prossime settimane. La segmento C dovrebbe uscire dalle linee produttive di Cassino, dopo oltre 10 anni di onoratissima carriera, durante l’autunno. Come noto, non è previsto l’arrivo di una nuova generazione (almeno nell’immediato).

In queste settimane, dopo la ripresa avvenuta a luglio, Alfa Romeo sta realizzando gli ultimi lotti di produzione della Giulietta con lo smaltimento di tutti i componenti rimasti in magazzino. Nuove comunicazioni sullo stop della produzione definitivo per la segmento C dovrebbero arrivare nel corso del prossimo mese di settembre.

Alfa Romeo Giulietta Veloce 2020 Messico

Stop temporaneo in arrivo per Giulia e Stelvio?

L’assenza di fermi produttivi per le prossime settimane potrebbe essere la conferma del futuro arrivo di un nuovo maxi stop per lo stabilimento di Cassino. La produzione di Giulia e Stelvio, come era già emerso nei mesi scorsi, potrebbe ridursi sensibilmente tra ottobre e novembre, continuando “a singhiozzo” con un costante ricorso alla cassa integrazione.

L’unico fattore che potrebbe cambiare le carte in tavola è rappresentato da una repentina crescita degli ordini. Al momento, non ci sono ancora informazioni dettagliate in merito alle vendite delle ultime settimane in Europa e in Nord America in particolare. Sarà necessario attendere la seconda parte di settembre e i primi di ottobre per scoprire, rispettivamente, i dati ufficiali sulle vendite in Europa e in Nord America di Alfa Romeo.

La speranza è che le vendite di Giulia e Stelvio in queste settimane abbiano fatto registrare una sostanziale crescita che si rifletterà sull’andamento della produzione a Cassino. Tra qualche settimana ne sapremo di più.

Le novità per il futuro di Cassino: Maserati D-SUV, Giulia e Stelvio ibride

La fine della produzione della Giulietta priverà Cassino di un altro modello. Lo stabilimento laziale resterà, per diversi mesi, solo con Giulia e Stelvio da produrre. Nel 2021, come previsto dal Piano Italia, sono però in arrivo importantissime novità che potrebbero garantire una sostanziale crescita delle attività produttive nel corso del prossimo futuro.

In sostituzione della linea della Giulietta, infatti, arriverà la nuova linea del Maserati D-SUV. Il nuovo entry level del Tridente sarà realizzato partendo dalla piattaforma Giorgio, la stessa di Giulia e Stelvio, e dovrebbe arrivare sul mercato entro la fine del 2021. La presentazione del modello, in una versione “concept”, potrebbe avvenire già a settembre, nel corso dell’evento in cui Maserati presenterà la nuova MC20.

I lavori di produzione per il nuovo Maserati D-SUV dovrebbero entrare nel vivo sul finire del 2020. Con lo stop alla produzione della Giulietta, infatti, lo stabilimento inizierà i preparativi per il nuovo Maserati D-SUV che, come detto in precedenza, dovrà essere pronto per la fine del 2021 con una salita produttiva che dovrebbe concretizzarsi per il 2022, rispettando così i tempi del piano industriale.

Nel frattempo, nel corso della prima metà del 2021, è previsto il debutto dei restyling di Giulia e Stelvio. L’aggiornamento di metà carriera dei due modelli di segmento D della casa italiana porterà al debutto le attese varianti ibride (probabilmente con tecnologia mild hybrid). Maggiori dettagli sui due progetti arriveranno, senza dubbio, nel corso delle prossime settimane. Continuate a seguirci per saperne di più.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento