in

Dodge Charger R/T del 1969 ottiene un restauro durato oltre 3000 ore

La muscle car degli anni ’60 ha ricevuto varie modifiche sia estetiche che meccaniche

Dodge Charger R/T 1969 restauro

La Dodge Charger è una delle muscle car più famose degli anni ‘60. La versione R/T, in particolare, è stata resa popolare dal famoso film Bullit pubblicato nel 1968 dove la vettura sfrecciava per le strade di San Francisco assieme a una Ford Mustang GT del ‘68.

La Charger di seconda generazione era però di gran lunga più attraente. L’auto era equipaggiata da un motore 426 Hemi V8 ad aspirazione naturale con cilindrata di 7.2 litri e una potenza di 431 CV e 664 nm di coppia massima. La Dodge Charger R/T del 1969 proponeva una trazione posteriore e il propulsore era affiancato da una trasmissione manuale a 4 velocità.

Dodge Charger R/T 1969 restauro
Dodge Charger R/T motore

Dodge Charger R/T: Classic Investments impiega più di 3000 ore per restaurare un esemplare del 1969

Secondo i dati ufficiali rilasciati all’epoca dalla casa automobilistica americana, la muscle car era capace di scattare da 0 a 100 km/h in 4,9 secondi e di raggiungere una velocità massima di 220 km/h.

Classic Investments è un’officina molto famosa a Londra, specializzata nel restauro e nella personalizzazione di veicoli classici. La Charger R/T del ‘69 presente in questo articolo è una delle loro ultime creazioni. Sono state impiegate oltre 3000 ore per costruire questo capolavoro.

Dodge Charger R/T 1969 restauro
Dodge Charger R/T interni

Per soddisfare gli standard odierni in termini di affidabilità e prestazioni, Classic Investments ha apportato varie modifiche come ad esempio la sostituzione della sospensione originali con una configurazione più sportiva dotata di ammortizzatori Koni, permettendo alla Charger di ottenere la frenata assistita e il servosterzo.

Oltre a questo, questa speciale Dodge Charger vanta un impianto di scarico in acciaio inossidabile e un nuovo impianto frenante costituito da rotori da 28 cm nella parte anteriore e tamburi da 28 cm in quella posteriore. Il motore V8 da 7.2 litri ricostruito è stato affiancato da un carburatore Holley 770 Street Avenger Series 4.

Nell’abitacolo di questa muscle car troviamo indicatori e controlli rinnovati per mantenere il suo aspetto retrò mentre gli altri materiali sono stati sostituiti. Ad esempio, è possibile trovare diversi inserti in pelle italiana e legno, dei tappetini personalizzati e un isolamento acustico aggiuntivo. Purtroppo Classic Investments non ha rivelato il prezzo da pagare per questa Dodge Charger R/T restaurata ma sicuramente parliamo di cifre non alla portata di tutti.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento