in

Mattia Binotto crede che il record sul giro al Mugello sarà battuto

Per Mattia Binotto non ci sono dubbi sul fatto che le attuali monoposto sono in grado di infrangere il tempo sul giro di Barrichello al Mugello

Mugello Test

Per Mattia Binotto non ci sono dubbi; le attuali monoposto di Formula 1 infrangeranno il record del tracciato del Mugello quando si ritroveranno qui per correre il Gran Premio Toscana Ferrari 1000. Il 13 di settembre il Circus della Formula 1 sarà infatti presso l’impianto toscano per correre per la prima volta nella storia un Gran Premio dal fascino decisamente unico, lì dove insiste ancora un record firmato da Rubens Barrichello nell’ormai lontano 2004.

Lo stesso Rubens Barrichello aveva percorso un giro al Mugello in 1’18.704, alla velocità media di 239.911 km/h, su una Ferrari F2004 dotata del motore V10. I team di Formula 1 quando hanno utilizzato il tracciato del Mugello per i test pre stagionali del 2012, hanno concluso con il miglior tempo di Romain Grosjean pari a 1’21.035 su Lotus Renault col V8 di allora.

Binotto si dice ottimista per i tempi sul giro

In ogni caso lo stesso Mattia Binotto ha detto che la Ferrari è stata in grado di impostare facilmente tempi sul giro paragonabili al record di Rubens Barrichello quando Vettel e Leclerc hanno utilizzato il tracciato del Mugello per alcuni test realizzati prima dell’avvio della stagione attuale. “Abbiamo fatto un giro molto simile con il serbatoio pieno di carburante, senza comunque spingere abbastanza. Quindi sono abbastanza curioso di vedere con quale tempo sarà realizzata la pole position, ma sono abbastanza sicuro che sarà un gran tempo”.

Sebastian Vettel e Charles Leclerc hanno elogiato il circuito, peraltro come è noto già di proprietà della Ferrari, dopo il loro test secondo quanto ammesso dallo stesso Mattia Binotto. “I nostri due piloti erano molto felici sul tracciato del Mugello, quindi si sono goduti la giornata al Mugello”, ha detto. “È una pista molto veloce dotata di curve ad alta velocità e sarà sicuramente impegnativo per gli pneumatici ma anche per i conducenti”.

Tuttavia si aspetta che i piloti possano avere difficoltà soprattutto nelle fasi di sorpasso. “C’è un lungo rettilineo, ma ci sono solo curve veloci prima del rettilineo principale. Quindi sarà molto impegnativo superare proprio a causa delle curve veloci. Forse in questo senso si soffrirà la mancanza di curve lente. Quindi sarà abbastanza interessante vedere tutte le monoposto di Formula 1 al Mugello. Siamo abituati a vedere le Moto GP lì, ma penso che la Formula 1 sia almeno 20 secondi più veloce di una Moto GP in un circuito del genere. Penso che sarà assolutamente fantastico”.

Sembra che le notifiche siano off!