in

Carlos Sainz: “mi tenevano sott’occhio già da tempo”

Carlos Sainz si è detto sorpreso di tutto quello che sapevano già su di lui in Ferrari, immaginando che a Maranello lo tenevano in considerazione già da tempo

Vettel e Sainz
Vettel e Sainz

Carlos Sainz si è presentato al Red Bull Ring con la faccia di chi sa che dal prossimo anno farà parte di un team che tutti i piloti sognano sin dalla nascita. Il futuro pilota Ferrari, che sostituirà Sebastian Vettel a partire dal 2021, si è lasciato trasportare tra le domande che durante la conferenza stampa di ieri sono andate a toccare (ovviamente) proprio tale argomento.

Lo spagnolo non ha nascosto il fatto di sentire una certa dose di pressione proprio per il fatto che a partire dal prossimo anno diventerà un pilota Ferrari a tutti gli effetti, ma ad arrecare maggiore interesse sono stati alcuni aspetti decisamente curiosi che hanno preceduto l’ufficialità del suo futuro approdo a Maranello.

Sotto gli occhi della Ferrari

Sembra evidente che la gestione del nuovo contratto non sia nata dal nulla, come ha anche confermato il noto padre di Carlos qualche giorno fa. Piuttosto il contratto è nato da approfondite considerazioni partite col giusto margine di tempo. “Non ho smesso di pensare di essere osservato – ha ammesso Carlos Sainz – perché quando corri in Formula 1 sei sempre sotto gli occhi di tutti. Ma comunque sono rimasto molto sorpreso dopo aver parlato con la Ferrari. Ho notato che mi avevano descritto un’analisi parecchio approfondita della mia carriera, anno dopo anno. Sapevano ogni caso su come mi ero comportato in ogni team e in ogni categoria”.

Di certo, sebbene il fatto di sentirsi osservato rappresenta un elemento importante nell’approccio del nuovo pilota alla Ferrari, il madrileno ha ammesso: “per quanto sapevo di essere osservato, non avrei mai pensato che stessero guardando alla mia persona con questa attenzione. Ho aperto gli occhi sull’importanza di lottare anche per una posizione di rincalzo. Può sembrare insignificante, ma sembra non sia così. Ci sono sempre tante persone che analizzano le cose che fai. Non è una cosa inedita ma è stata di sicuro una sorpresa” ha proseguito Sainz.

Ora il suo futuro è già scritto, mentre si appresta ad avviare la sua seconda stagione a bordo della McLaren. “Non perderò la concentrazione su quello che faccio. Dovrà stare attento a tutti ma sicuramente darò un’occhiata particolare alla Rossa. Ma per ora meglio rimanere concentrati”.

Sembra che le notifiche siano off!