in

Formula 1: 10mila tamponi per l’Austria

Lo spiegamento di forze (e di tamponi) in vista del Gran Premio di Austria di apertura della stagione di Formula 1 è impressionante

Ormai siamo davvero alle porte del doppio Gran Premio di Austria che aprirà ufficialmente la stagione anno 2020 della Formula 1, quella condizionata dalla pandemia da Coronavirus che ha sconvolto tutto e tutti. Liberty Media e la FIA hanno già messo a punto e approvato uno specifico protocollo sanitario che metterà ogni cosa al suo posto e dovrebbe garantire ordine e tranquillità sotto ogni aspetto. Ci pensa poi anche il Governo locale a fare in modo che tutto si svolga nel rispetto delle norme visto che applicherà controlli abbastanza rigidi per tutto il personale, sia del tracciato che di ogni team, prima ancora di accedere all’impianto.

Un numero considerevole di tamponi

I tamponi che saranno utilizzati in Austria saranno più di 10.000 e vengono messi a disposizione da Eurofins Genomics ovvero una società che ha già ricevuto il benestare della FOM per la gestione di questi aspetti legati al doppio Gran Premio previsto sul tracciato del Red Bull Ring. La società è impegnata nello studio e nell’analisi del DNA.

Il responsabile di Eurofins Genomics, Siegfried Schnabl, ha detto che “tutti quelli che lavorano in pista, ovvero circa 3.000 persone, possono entrare nella loro zona di lavoro solo una volta che disporranno di un avviso di negatività al tampone relativo al COVID-19 senza che questo sia più vecchio di quattro giorni. Su tutta l’area del tracciato vengono disposte non meno di 20 stazioni utili ai test in modo da vietare l’accesso al pubblico per due settimane, quelle in cui sarà impegnata la Formula 1. Circa 50 persone del nostro personale testeranno sistematicamente tutti ogni cinque giorni con i risultati che verranno resi noti entro 16 o 24 ore segnalando eventuali lavoratori a stretto contatto con eventuali casi positivi. Le persone che saranno testate saranno registrate all’ingresso di ogni stazione grazie anche all’utilizzo di un codice a barre inserito in uno specifico database. Con questo identificheremo ogni soggetto”. Uno spiegamento di forze particolarmente importante, nella speranza che tutto proceda per il meglio.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento