in

La Scuderia del Portello prepara una Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio per il Nürburgring

L’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio debutterà alla 24 Ore del Nürburgring grazie all’apporto tecnico del Lanza Motorsport e al supporto logistico della Scuderia del Portello. È la prima volta che la vettura viene destinata alle corse

Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio Corse 1

La ricorrenza in cui viene presentata questa Alfa Romeo Giulia destinata alla 24 Ore del Nürburgring è sicuramente di quelle speciali. Il 24 giugno di 110 anni fa prendeva vita la Anonima Lombarda Fabbrica Automobili ovvero quella che sarebbe divenuta poi Alfa Rome, quindi la leggenda che tutti noi conosciamo. La Giulia destinata alla classicissima tedesca viene quindi presentata in una collocazione temporale decisamente memorabile.

Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio Corse 10

Oggi i 110 anni di vita del marchio del Biscione sono stati celebrati con una cerimonia in diretta dal Museo Storico di Arese che ha anche riaperto i battenti dopo le ovvie chiusure dovute alle restrizioni in regime di pandemia da Coronavirus. Il merito di aver creato questa variante sportiva della Giulia Quadrifoglio va sicuramente fornito alla Scuderia del Portello che riportano al Nürburgring, dopo quasi vent’anni dall’ultima 24 Ore, una vettura del Biscione. Grazie anche al contributo tecnico di Lanza Motorsport.

La prima pensata per correre

Ad onor del vero si tratta anche della prima Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio pensata per le corse; quella della Scuderia del Portello è infatti la prima variante allestita per le competizioni col supporto di Lanza Motorsport che ha curato ogni dettaglio dell’allestimento. D’altronde la Scuderia del Portello già dal 1982 rappresenta l’Alfa Romeo presso i più prestigiosi eventi a livello internazionale.

Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio Corse 9

Il debutto della Giulia Quadrifoglio è quindi previsto proprio presso la 24 Ore del Nürburgring in programma dal 24 al 27 settembre prossimi all’interno dell’iconico tracciato del Nordschleife. I colori della vettura saranno proprio quelli della Scuderia del Portello e di Lanza Motorsport mentre alla guida ci saranno Mauro Simoncini, Ugo Vicenzi, Alberto Carobbio e Bruno Barbaro. Si tratta di quattro validi Gentlemen Driver che hanno già maturato una grossa esperienza sul tracciato tedesco.

La Giulia Quadrifoglio e il progetto

Mmmi lavori messi in pratica sulla Giulia Quadrifoglio sono stati mirati, soprattutto per ottenere una buona riduzione di peso portato ora al limite regolamentare dei 1.400 chilogrammi grazie all’utilizzo di elementi in fibra di carbonio. Il motore è rimasto chiaramente il V6 canonico da 2891 cc della Quadrifoglio che ha necessitato di ben pochi affinamenti che hanno condotto i cavalli totali a 520 unità. La Quadrifoglio si inserisce nella classe massima, ovvero la SP8 T con configurazione relativa alla Appendix 5.

Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio Corse 8

In termini di sicurezza la vettura è stata equipaggiata con un rollbar multi-punti chiaramente omologato FIA e con un impianto di estinzione fisso e cinture di sicurezza a sei punti. L’intero progetto è stato pensato in maniera privata da Mauro Simoncini che possedeva già la Giulia Quadrifoglio e che aveva già esordito alla 24 Ore del Nürburgring venti anni fa a bordo di una 155 sempre Alfa Romeo. Ben visibile sulla Giulia è anche la grande ala al posteriore realizzata in fibra di carbonio e compatibile col regolamento della competizione l’assetto invece è l’NTP Eibach & Bilstein modello Nürburgring – Nordschleife. La 24 Ore del Nürburgring conta un numero mai inferiore alle 160 vetture in pista, tutte di diversa estrazione che si danno battaglia sul tracciato da 25 chilometri del Nordschleife. Peraltro l’idea della Scuderia del Portello, proposta da Alfa Romeo ma mai concretizzatasi, era quello di disporre di 3 Giulia Quadrifoglio con piloti e giornalisti di nazionalità differenti che avrebbero raggiunto su strada partendo da Arese il mitico tracciato tedesco partecipando alla gara endurance per poi fare ritorno a casa. Non ci resta che attendere per vedere come andrà!