in

I regolatori antitrust dell’Unione Europea hanno aperto mercoledì un’indagine su Fiat Chrysler

I regolatori antitrust dell’Unione Europea hanno aperto mercoledì un’indagine su Fiat Chrysler e la proposta di fusione con PSA

Fiat Chrysler
Fiat Chrysler

I regolatori antitrust dell’Unione Europea hanno aperto mercoledì un’indagine su Fiat Chrysler e la proposta di fusione con il produttore PSA di Peugeot, affermando che l’accordo potrebbe danneggiare la concorrenza in 14 paesi dell’UE e della Gran Bretagna. La Commissione europea ha comunicato in una dichiarazione di essere preoccupata per l’elevata quota di mercato della società fusa in piccoli furgoni, confermando quanto anticipato da alcuni organi di stampa lo scorso 8 giugno. Le due case automobilistiche avevano rifiutato di accettare condizioni per dissipare le preoccupazioni del garante della concorrenza dell’UE durante la sua revisione preliminare dell’accordo.

I regolatori antitrust dell’Unione Europea hanno aperto mercoledì un’indagine su Fiat Chrysler e la proposta di fusione con PSA

PSA e Fiat Chrysler avevano tempo fino a mercoledì sera per rispondere alle preoccupazioni di Bruxelles, ma non l’hanno fatto, secondo fonti vicine a Reuters. PSA e Fiat Chrysler prevedono di finalizzare la loro combinazione nel primo trimestre del 2021. Vedremo dunque come si evolverà nelle prossime ore la situazione relativa alla fusione tra i due grandi gruppi automobilistici che quando sarà completata darà origine al quarto più grande produttore automobilistico al mondo. 

Ti potrebbe interessare: Alfa Romeo Giulia e Stelvio, produzione Tonale, Fiat 500 elettrica, fusione FCA-PSA: le migliori news della settimana

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento