in

Mercedes, Ferrari, Renault e Honda adesso alla pari secondo Wolff

Toto Wolff è convinto che i quattro rivali della Formula 1 Mercedes, Ferrari, Renault e Honda siano ora alla pari

Toto Wolff

Toto Wolff è convinto che i quattro rivali della Formula 1 Mercedes, Ferrari, Renault e Honda siano ora alla pari. Nel corso degli anni, dall’introduzione in F1 degli attuali sistemi ibridi con turbocompressore V6, il vantaggio iniziale di Mercedes è stato ridotto. Nel 2019 era evidente che la Ferrari aveva un vantaggio, ma non riusciva a eguagliare la Mercedes in termini di affidabilità, poiché quest’ultimo ha conquistato il sesto campionato consecutivo di costruttori e piloti.

Toto Wolff è convinto che i quattro rivali della Formula 1 Mercedes, Ferrari, Renault e Honda siano ora alla pari.

Mentre la Ferrari sembrava fuori dai ritmi nei test pre-stagionali a febbraio, Wolff si rifiuta di escluderli dalla corsa quando la stagione inizierà finalmente il 5 luglio in Austria, e non ha dubbi che Renault e Honda saranno saldamente nel mix. “L’anno scorso l’unità di potenza della Ferrari era molto più potente, ma non l’abbiamo ancora vista”, ha detto Wolff, suggerendo che la SF1000 della Scuderia stava trattenendo un certo grado di prestazioni a febbraio.

“Solo in una sessione di qualifiche e in gara tutti mostreranno davvero la loro mano, e non l’abbiamo visto, quindi sono sempre dalla parte pessimista. “Dobbiamo metterci al passo, dobbiamo uscire con un motore affidabile, potente e guidabile, e spero che sia abbastanza. Con otto gare nelle prime 10 settimane di una stagione fortemente rivisitata, con gare doppie e la prospettiva di una nuova gara a Imola o Mugello pronta a seguire il Gran Premio del Belgio e dell’Italia, far rendere tutte le vetture  sarà naturalmente fondamentale per determinare il destino dei titoli di quest’anno.

“Questo nuovo calendario ci lancia alcune nuove sfide”, ha aggiunto Wolff. “Penso che l’affidabilità sarà una parte fondamentale delle prime gare. “Le auto sono uscite dal container direttamente dall’Australia, non c’è molto tempo per farle funzionare e useremo ogni sessione per imparare. “Il calendario delle corse ridotte è una sfida per tutti, ma penso che il team che ha l’auto più veloce e il pacchetto più affidabile vincerà il campionato”.

Ti potrebbe interessare: Todt e le mancanze della Ferrari: “Senza una buona macchina, né Alonso né Vettel hanno vinto”

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento