in

Sainz: Non mi sono unito alla Ferrari per fare il secondo pilota

Carlos Sainz ha dichiarato di non essersi unito alla Ferrari per fare il secondo pilota e darà tutto per avere successo nell’iconico team di Formula Uno

Carlos Sainz
Carlos Sainz

Carlos Sainz ha dichiarato di non essersi unito alla Ferrari per fare il secondo pilota e darà tutto per avere successo nell’iconico team di Formula Uno. Sainz guiderà per la Ferrari dalla stagione 2021 di F1 dopo che dirà addio alla McLaren in sostituzione del quattro volte campione del mondo Sebastian Vettel l’anno prossimo. Il 25enne Sainz, che farà squadra con Charles Leclerc, ha fatto il suo debutto in F1 nel 2015 e ha ottenuto un sesto posto importante in classifica piloti per una  McLaren in crescita l’anno scorso.

Leclerc – contratto fino al 2024 – ha impressionato nella sua prima stagione con la Ferrari lo scorso anno, il pilota monegasco è arrivato quarto nel campionato piloti. Secondo indiscrezioni Leclerc diventerà il numero uno della Ferrari davanti a Sainz, ma lo spagnolo ha insistito sul fatto che non arriverà come secondo pilota. “Non ho firmato nulla che dica che sono il secondo pilota”, ha detto Sainz a COPE e Radio Marca. “Nel mio contratto si dice, come in tutti quelli che ho firmato, che la squadra è al di sopra del pilota, ma non mette nulla di secondo o supporto da parte di nessuno.

“Quello che so è che darò tutto per la Ferrari e darò tutto ciò di cui hanno bisogno, soprattutto, per provare a vincere. Non mi interessa il colore della macchina. Tratto tutti i piloti allo stesso modo, siamo tutti rivali. Se c’è una situazione complicata, prenderei la decisione giusta, non ti preoccupare.”

Sainz ha aggiunto: “So che alla Ferrari la pressione è più alta. La Ferrari è un team con più pressione, ma penso di essere pronto a far parte di una squadra così importante”. Su Leclerc, Sainz ha dichiarato: “Abbiamo avuto un buon rapporto. Mi ha dato il benvenuto e non vede l’ora di competere in pista. Charles è ragionevole e penso che andremo d’accordo.”

A proposito della nuova stagione che inizierà a luglio lo spagnolo ha dichiarato: “Rimane solo un mese”, ha detto Sainz. “Ho un desiderio … Voglio persino salire sul simulatore, cosa che non mi piace. Immagina il desiderio che ho … Voglio andare in Austria, prepararmi ora, sentire quei nervi e quella pressione che solo un Gran Premio mi sa dare. ”

“Penso che in McLaren mi diranno tutto perché posso ancora aiutarli molto nel resto dell’anno e per il prossimo anno”, ha continuato. “Ho chiesto loro, per favore, di tenermi informato perché sono il primo a voler vedere la McLaren sul podio il più presto possibile, e penso di poter essere sinceramente di aiuto per loro come sono stato di aiuto nel l’anno scorso.”

Ti potrebbe interessare: Leclerc afferma che l’arrivo di Sainz non gli garantirà lo status di numero 1

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento