in

Il ritorno di Sainz al lavoro: vola a Londra oggi

Carlos Sainz torna a lavoro oggi con un volo per Londra dove la McLaren ha la sua fabbrica

Carlos Sainz
Carlos Sainz

La Formula 1 tornerà il 5 luglio in Austria secondo i piani della categoria regina. Le fabbriche si riaprono a poco a poco e tornano al lavoro. Anche Carlos Sainz si sta preparando a farlo, con un volo per Londra oggi per lavorare a Woking prima dell’inizio della Coppa del Mondo.
Il pilota di Madrid vola oggi nel Regno Unito, dove vive durante la stagione e dove la McLaren ha la sua fabbrica. L’obiettivo dello spagnolo è di poter andare a Woking prima che l’azione in pista riprenda. Lo spagnolo torna a lavorare dopo tre mesi di isolamento. Madrid, dove è passato l’isolamento, è recentemente passata alla fase 1 e Carlos è stato in grado di visitare suo nonno di recente con le dovute precauzioni.

Oggi lo spagnolo ha condiviso due immagini, la principale di questa nota e quella che condividiamo di seguito all’aeroporto di Barajas prima di recarsi a Londra. Sainz, che è stato al centro dell’attenzione dopo aver firmato per la Ferrari , si concentra su questo 2020. “Sì, tornerò a Londra dopo tre mesi. Sarà molto speciale salire su un aereo dopo così tanto tempo. Atterrerò a Londra e proverò per tornare al lavoro il più presto possibile. Le ultime due settimane sono state un po’ pazze per tutte le notizie, ma ora sono totalmente concentrato sull’anno che avremo davanti a McLaren “, ha detto in un live di Instagram con Will Buxton.

Lo spagnolo prenderà le precauzioni necessarie e ha rivelato che, nonostante sia risultato negativo per il coronavirus quando è stato eseguito il test, non sa se lo abbia mai avuto. “Non credo che andrò molto in fabbrica a causa del pericolo del virus, ma nel prossimo mese spero di andare. Non ho ancora un certificato per sapere se ho superato il COVID-19 o no. Vado passo dopo passo. Per prima cosa, vedrò i miei meccanici , i miei ingegneri. Poi il simulatore, quello vero, testando le cose e preparando le cose “, ha spiegato.

I piloti hanno avuto l’opportunità di girare sei giorni in preseason a febbraio dopo alcuni mesi fuori pista. Nonostante ciò, a causa del coronavirus non sono stati in grado di risalire in auto. In questo modo, senza contare i test a Barcellona, ​​si accumuleranno poco più di sette mesi senza competere. Sainz crede che non avranno ancora troppi problemi. “Viaggeremo, andremo in Austria e prepareremo tutto. Poi l’entusiasmo delle qualifiche e della gara. Tutto passo dopo passo. Penso che ci vorranno alcuni giri per sentirci al 100%, ma non molti. Già nella prima sessione di allenamento libero, non più di 10, scommetto “, ha detto per finire.

Ti potrebbe interessare: Chiunque pensi che Sainz sarà il numero due a Leclerc non conosce Sainz secondo Chandhok

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento