in

Alfa Romeo pensa a un SUV elettrico compatto per il 2022

Un portavoce della casa automobilistica milanese rivela i piani futuri del marchio

Alfa Romeo sta preparando il suo primo veicolo completamente elettrico per il 2022 e sarà il più piccolo di un trio di SUV destinato a riportare al top il marchio automobilistico italiano. Il SUV elettrico compatto, di dimensioni simili a un’Audi Q2, sarà fondamentale per risollevare le vendite in calo dell’azienda in un mercato in rapida evoluzione in cui le leggi sulle emissioni stanno diventando sempre più dure.

Fiat Chrysler Automobiles per fortuna è riuscita a restare al passo con l’elettrificazione grazie alla fusione con il gruppo PSA, una delle società più attive in questo settore, da cui dovrebbe trarre sostanziali benefici. Il Biscione attualmente non offre propulsori elettrificati ma l’inizio del prossimo anno lancerà un SUV di medie dimensioni, la versione di produzione del Tonale, che offrirà come modello ibrido plug-in.

Alfa Romeo B-SUV
Alfa Romeo B-SUV

Alfa Romeo: la fusione di FCA con PSA porterà benefici al marchio di Arese

Durante il Capital Markets Day 2018, Sergio Marchionne ha annunciato il piano industriale di Alfa Romeo il quale riportava l’arrivo delle 8C e GTV. Alla fine dell’anno scorso, però, la strategia è stata cambiata profondamente, con una roadmap ridotta a soli quattro modelli.

Una volta che la Giulietta uscirà fuori produzione entro la fine di quest’anno, la gamma della casa automobilistica milanese sarà costituita solo da Giulia e Stelvio. Il Tonale arriverà solo nel 2021, seguito da un SUV elettrico compatto nel 2022.

Alfa Romeo sfrutterà questi due veicoli più piccoli per assicurarsi il raggiungimento del suo obiettivo di vendite pari a 400.000 auto all’anno. La società non ha ancora annunciato i dati di vendita del 2019, vista la crisi causata dal coronavirus, ma ha venduto 54.365 vetture in Europa. Parliamo di un calo di oltre il 50% rispetto all’anno precedente.

Alfa Romeo B-SUV a

Secondo le ultime indiscrezioni, il veicolo elettrico non sarà identico al Tonale. In particolare, un portavoce di Alfa Romeo ha dichiarato: “Sarà rispettato il senso di famiglia ma non vogliamo fare un copia e incolla in tutta la gamma perché ogni segmento ha la sua personalità e i clienti sono diversi in termini di età e aspettative“.

Mentre il propulsore ibrido plug-in del Tonale utilizzerà la tecnologia presente sul Jeep Renegade, il SUV elettrico sarà il primo veicolo di FCA a sfruttare la tecnologia acquisita dalla fusione con PSA. L’EV sorgerà su una versione della piattaforma eCMP del gruppo francese.

Alfa Romeo Tonale RED Suv Geneva 2019 Photo

Alfa Romeo punta sulle auto sportive ma anche confortevoli da guidare

Parlando dell’approccio al primo EV di Alfa Romeo, il portavoce ha dichiarato ad Autocar: “Quando abbiamo lanciato Giulia e Stelvio, siamo stati riconosciuti come un marchio sportivo grazie alla straordinaria maneggevolezza. Stiamo cercando di comunicare che le nostre auto non sono solo sportive ma possono anche essere guidate in modo confortevole, cosa che in precedenza i clienti non si aspettavano, per aiutarci a fare appello a una base di clienti più ampia. Per l’elettricità rimarremo coerenti con la sportività di Alfa Romeo e utilizzeremo i motori elettrici per un approccio prestazionale. Stiamo cercando di raggiungere le aspettative di un cliente Alfa Romeo ma anche quelle di clienti in cerca di comfort“.

Egli aggiunto che il marchio di Arese vede il mercato dei SUV compatti come il migliore in cui lanciare un veicolo elettrico. “Il segmento B è probabilmente la migliore soluzione per autonomia e utilizzo e l’infrastruttura di ricarica sarà migliore prima del lancio della vettura. Vedremo l’evoluzione del mercato abbastanza rapidamente. Stiamo assistendo a diversi approcci sul mercato: alcuni di successo, altri no. Abbiamo l’opportunità di vedere cosa avanza e reagire nel modo giusto“, ha proseguito il portavoce.

Alfa Romeo è destinata ad emulare alcuni altri marchi che stanno lanciando veicoli elettrici in questi ultimi mesi come ad esempio il Taycan di Porsche. Il portavoce ha concluso affermando: “L’idea non è quella di produrre suoni falsi per ricreare un motore a combustione interna perché non avremo cose false all’interno di Alfa Romeo. L’idea è quella di creare un suono specifico per ottenere emozioni sia dal guidatore che dall’auto. Un vantaggio di un’auto elettrica è il silenzio, se il cliente desidera guidare in quel modo. Ma anche la possibilità di una modalità aggressiva“.

Alfa Romeo E-Suv aumento vendite