in

L’impianto di Fiat Chrysler di Brampton riprenderà la produzione in settimana

La produzione riprenderà questa settimana nello stabilimento di assemblaggio Fiat Chrysler a Brampton

Fiat Chrysler Brampton
Fiat Chrysler Brampton

Dopo essere stata chiusa per circa due mesi a causa della pandemia COVID -19, la produzione riprenderà questa settimana nello stabilimento di assemblaggio Fiat Chrysler a Brampton. Secondo un aggiornamento di Unifor Local 1285, Skill Trades e Team Leader sono stati richiamati per assicurarsi che l’impianto sia pronto per funzionare martedì 19 maggio. La struttura riprenderà per un solo turno martedì, con il secondo turno previsto per lunedì 25 maggio.

“Sono passati due lunghi mesi all’interno dello stabilimento senza produzione”, ha dichiarato Ardis Snow, presidente dello stabilimento di assemblaggio di Brampton. “Non vedo l’ora che tornino tutti. Questi sono tempi incerti in cui viviamo. Faremo tutto il possibile per aiutare i nostri dipendenti al loro ritorno. ” Lo stabilimento di Brampton impiega oltre 3.200 dipendenti e supervisiona la produzione di Chrysler 300, Dodge Charger e Dodge Challenger.

Fiat Chrysler Automobiles ( FCA ) afferma di aver preso provvedimenti per garantire la sicurezza e la salute dei propri dipendenti mentre inizia a riaprire i suoi produttori nordamericani. I passaggi includono la pulizia e la disinfezione delle strutture FCA e la garanzia che le sue stazioni di lavoro aderiscano alle linee guida di distanza sociale. “Soprattutto, la nostra priorità è sempre stata quella di fare ciò che è giusto per i nostri dipendenti”, ha dichiarato Mike Manley, CEO di FCA .  “Abbiamo lavorato a stretto contatto con i sindacati per stabilire protocolli che garantiscano che i nostri dipendenti si sentano sicuri sul lavoro e che siano stati fatti tutti i passi possibili per proteggerli”.

Ti potrebbe interessare: E’ giusto aiutare Fiat Chrysler secondo la vice ministro dell’Economia Laura Castelli

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento