in

E’ giusto aiutare Fiat Chrysler secondo la vice ministro dell’Economia Laura Castelli

La vice ministro dell’Economia Laura Castelli ha dichiarato che è giusto aiutare Fiat Chrysler

Fiat Chrysler
Fiat Chrysler

L’industria automobilistica rappresenta una quota significativa dell’economia italiana ed è giusto sostenere coloro che creano posti di lavoro, ha dichiarato la vice ministro dell’Economia Laura Castelli, quando gli è stato chiesto della Fiat Chrysler per i prestiti garantiti dallo Stato. Il gruppo italo-americano (FCA) ha dichiarato la scorsa settimana che l’unità italiana era alla ricerca di garanzie statali su una struttura di prestito di 6,3 miliardi di euro (6,88 miliardi di dollari) progettata per aiutare l’industria automobilistica italiana a superare la crisi del coronavirus. Secondo la legge italiana, le società possono accedere ai prestiti garantiti dallo Stato se non distribuiscono dividendi nel 2020.

La richiesta da parte di Fiat Chrysler Italia di un prestito sostenuto dallo stato ha suscitato il dibattito sull’opportunità per Roma di introdurre ulteriori condizioni. “L’industria automobilistica rappresenta sicuramente, insieme alle attività correlate, una quota significativa del PIL, ed è giusto sostenere coloro che creano occupazione in Italia. Ci stiamo pensando”, ha affermato il ministro, che è membro del Movimento a 5 stelle, secondo quanto riportato da Il Messaggero.

Fiat Chrysler ha stipulato un accordo di fusione vincolante con la casa automobilistica francese Peugeot per creare la quarta casa automobilistica mondiale. Entrambe le società hanno affermato che non avrebbero pagato il dividendo ordinario previsto sui risultati del 2019. Nell’ambito dell’accordo, che dovrebbe concludersi entro la fine del primo trimestre del prossimo anno, FCA è tenuta a versare agli investitori un dividendo speciale di 5,5 miliardi di euro.

L’ex ministro dell’industria Carlo Calenda, che ora fa parte dell’opposizione, ha dichiarato su Twitter che Fiat Chrysler non avrebbe bisogno del prestito sostenuto dallo Stato non essendo stato pagato il dividendo speciale. Il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri ha dichiarato lunedì in ritardo che la futura fusione ha reso il sostegno finanziario della FCA ancora più importante per Roma. “Ciò che il governo ha fatto e continuerà a fare è fornire liquidità per ancorare la Fiat Chrysler in Italia”, ha affermato.

Ti potrebbe interessare: Fiat Chrysler: nuovi casi di coronavirus tra i suoi dipendenti in USA a pochi giorni dal riavvio delle fabbriche

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento