in

Assicurazione auto: prezzi medi in calo dell’8% a marzo 2020

498 euro è stato il prezzo medio per assicurare un’auto in Italia a marzo 2020

RCA auto 2014: costo -6% in attesa degli "sconti"

In questi due mesi di blocco totale soltanto pochi automobilisti hanno potuto utilizzare la propria auto. Infatti, l’emergenza coronavirus ha obbligato molte persone a rimanere a casa e ciò ha portato a un inevitabile blocco di diverse attività produttive.

Secondo l’ultimo studio pubblicato da Facile.it, si è registrato un calo del numero dei veicoli in circolazione del 77% mentre la Polizia Stradale ha registrato una diminuzione del 68% degli incidenti stradali fra il 1° marzo e il 13 aprile.

Assicurazione auto marzo 2020 Facile.it
Assicurazione auto

Assicurazione auto: il prezzo medio in Italia a marzo 2020 è stato di 498,45 euro

Questa brutta situazione ha portato anche a una diminuzione del prezzo medio dell’assicurazione auto che a marzo 2020 è stato di 498,45 euro (-8,05% rispetto al marzo 2019). Facile.it è riuscito ad effettuare queste analisi prendendo in considerazione oltre 1.200.000 preventivi effettuati in Italia durante i mesi di marzo 2020 e 2019 e delle quotazioni offerte da diverse compagnie assicurative.

Diego Palano, managing director assicurazioni di Facile.it, ha detto: “La situazione di emergenza ha portato le tariffe medie al livello più basso mai registrato dal nostro osservatorio dal 2014 ad oggi. Data l’eccezionalità del momento, il consiglio per tutti coloro che hanno una polizza scaduta o in scadenza nelle prossime settimane è di approfittare subito di queste condizioni estremamente favorevoli piuttosto che aspettare o sospendere. Rinnovare oggi la polizza, guardando alle migliori offerte presenti sul mercato, significa assicurarsi un risparmio significativo“.

Assicurazione auto elettriche Italia

Nonostante il calo, però, è molto probabile che i prezzi torneranno alla normalità una volta che il blocco non sarà più in vigore visto che il numero di auto circolanti crescerà e di conseguenza anche i sinistri stradali.

Palano ha proseguito dicendo: “Superata la fase di incertezza dovuta al COVID-19, ci aspettiamo un rincaro misurabile dei prezzi; restrizioni e prudenza nell’utilizzo di treni, aerei e mezzi pubblici contribuiranno a far aumentare il numero di auto in circolazione portando, con ogni probabilità, un incremento importante di sinistrosità. Per questo motivo chi sceglie di rimandare troppo a lungo il rinnovo dell’assicurazione, magari approfittando della sospensione o dell’estensione del periodo di comporto, rischia in realtà di spendere di più“.

Come anticipato poco fa, il prezzo medio dell’assicurazione auto è diminuito un po’ in tutta Italia. Al primo posto troviamo l’Emilia-Romagna dove a marzo 2020 le cifre medie sono scese del 12% rispetto allo stesso mese ma dello scorso anno. Al secondo posto troviamo la Toscana con una tariffa media diminuita dell’11,75% mentre in terza posizione c’è il Lazio con un calo del 10,98%.

Assicurazione auto elettriche Italia

La Campania è stata la regione italiana con il prezzo medio dell’RCA più alto

Capovolgendo la classifica, troviamo la Campania dove il prezzo medio dell’RCA è sceso dell’1,39%, al secondo posto c’è la Calabria con il 2,4% mentre in terza posizione troviamo la Sicilia con il 5,58%.

La regione più cara d’Italia dove assicurare un’auto costa mediamente di più è la Campania. Infatti, a marzo 2020 si è registrato un prezzo medio di 922,53 euro. Al secondo posto c’è la Calabria con 644,99 euro mentre in terza posizione troviamo la Puglia con un valore medio di 565,59 euro. Al contrario, il Friuli-Venezia Giulia è la regione meno costosa con 350,22 euro, seguita dal Trentino Alto Adige con 365,10 euro e dalla Lombardia con 386,83 euro.

Infine, lo stesso studio effettuato da Facile.it ha rivelato che l’assistenza stradale è la garanzia accessoria più richiesta in fase di preventivo dell’assicurazione auto con una percentuale del 39,3%. Seguono la tutela legale (19%), la copertura infortuni del conducente (18,1%) e la garanzia furto e incendio (12,1%).

Sembra che le notifiche siano off!