in

Fiat Chrysler raggiunge un accordo con i lavoratori per ridurre l’orario di lavoro in Brasile

Fiat Chrysler ha concluso un accordo con i dipendenti in Brasile per ridurre l’orario di lavoro nel paese

Fiat Chrysler USA Sede Insegna
Fiat Chrysler USA

Fiat Chrysler ha concluso un accordo con i dipendenti in Brasile per ridurre l’orario di lavoro nel paese, ha annunciato il produttore mercoledì. Con la misura, che ha iniziato a entrare in vigore martedì (21), l’ orario di lavoro può avere una riduzione media del 20% e i salari sono compresi tra l’80% e il 90% dell’importo originale. L’accordo si basa sulla misura provvisoria 936 del governo federale, che prevede riduzioni del carico di lavoro e aiuti di emergenza per integrare i salari. Anche Volkswagen e Chery hanno raggiunto accordi simili con i sindacati. La casa automobilistica ha sottolineato la “garanzia di stabilità del lavoro per tutti i dipendenti”, secondo gli accordi stabiliti in ciascuna sede.

Fiat Chrysler ha concluso un accordo con i dipendenti in Brasile per ridurre l’orario di lavoro nel paese

Secondo Fiat Chrysler, la produzione nelle sue fabbriche dovrebbe riprendere durante il mese di maggio, anche se potrebbe esserci ancora una rivalutazione a causa della pandemia di coronavirus. Per ora, le attività a Goiana (PE), Betim (MG) e Campo Largo (PR) continuano a rimanere ferme. Anche con la previsione del ritorno alla produzione, le aree amministrative rimarranno chiuse “quasi per intero” a tempo indeterminato, ha affermato la società.

Ti potrebbe interessare: Fiat ritarderà il lancio dei nuovi modelli in Brasile fino a 6 mesi per il coronavirus

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento