in

Raikkonen snobba le gare virtuali: “Non è per questo che ho scelto questo lavoro ”

Kimi Raikkonen evita le gare virtuali, il finlandese non ama questo tipo di attività e aspetta di tornare in pista

Kimi Raikkonen Barcellona 2020 - 3

A differenza di quanto stanno facendo diversi piloti di Formula 1 che si trovano spesso online per mostrare le loro qualità di guida, Kimi Raikkonen preferisce evitare. Il finlandese potrebbe essere nel suo ultimo anno in questo sport e non ha bisogno di gare di sim. Raikkonen, proprio come tutti gli altri piloti, è in attesa di correre di nuovo. Il coronavirus ha portato il mondo intero a un punto morto, facendo arrestare l’inizio della stagione di Formula 1. Questo non è un grosso problema per il finlandese, perché ora può finalmente passare un po’ più di tempo con i suoi figli.

”Tutto il tempo che ho ora lo spendo con  i miei figli. Per fortuna possiamo sempre essere qui fuori in giardino e puoi ancora fare molto insieme”, ha detto Raikkonen al Corriere della Sera. Ora che Raikkonen ha un po’ più di tempo, può anche pensare al suo futuro. ” Intanto penso ad iniziare questa stagione e poi vedremo. Non è cambiato molto per me. Finché mi divertirò a correre, continuerò. Sono più motivato che mai, ma non parteciperò a queste gare online. Quindi aspetterò di poter tornare in pista.”

Il simulatore non è mai stato un buon amico di Raikkonen. ” Alla Ferrari non è che non mi piacesse, ma poi voli in Italia per essere in quella cosa e non è esattamente per questo che ho scelto questo lavoro. I simulatori sono solo molto diversi da una macchina reale ” , conclude l’ultimo campione del mondo di Ferrari.

Ti potrebbe interessare: Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel hanno lasciato l’Australia prima che il GP venisse annullato