in

Per Vettel la Formula 1 non sarebbe la stessa senza i suoi fan

Vettel non è apparso particolarmente entusiasta riguardo la prospettiva di realizzare Gran Premi a porte chiuse

Vettel - 4

In una conferenza stampa online, Vettel ha discusso di una vasta gamma di argomenti che includevano dettagli su un potenziale taglio del suo stipendio, del nuovo accordo con la Ferrari ormai vicino e di una possibile incursione nel mondo dei Gran Premi virtuali.

A Vettel è stato anche chiesto di riflettere su come la Formula 1 dovrebbe pensare di tornare a correre quando sarà di nuovo sicuro farlo: “Non so se i prossimi Gran Premi saranno senza fan”, ha riflettuto Vettel “penso che a nessuno piaccia correre di fronte a tribune vuote, ci si sente un po’ strani, ma d’altra parte la domanda è: quando è il momento giusto per dire, ricominciamo a correre e se una gara fantasma può essere disputata molto prima di una gara nel modo in cui siamo già abituati. Quello che tutti vorremmo è tornare alla normalità, non solo per la Formula 1 ma per il bene di tutti e per il mondo intero, ma come ho detto in precedenza a questo proposito, la migliore prescrizione sarà quella di essere pazienti. È doloroso perché voglio tornare in macchina e voglio tanto correre, ma ci sono molte persone che vorrebbero un sacco di cose in questo momento rispetto alla situazione in cui si trovano ora. Probabilmente all’inizio le prime due gare saranno diverse rispetto a quello che siamo abituati a vedere, ma speriamo non troppo perché ovviamente vogliamo correre in un modo che conosciamo tutti, cioè di fronte alla folla, davanti ai fan, con una grande atmosfera e così via. Vedremo”.

Decisione difficile

Vettel ritiene che si stia verificando un difficile bilanciamento tra la necessità di iniziare la stagione dal punto di vista commerciale contro la necessità di mantenere la salute e la sicurezza delle persone coinvolte come priorità assoluta. “Ne abbiamo parlato abbastanza all’interno della GPDA (Grand Prix Drivers Association)”, ha rivelato Vettel “è molto, molto difficile. È una decisione difficile. Da un lato hai la salute di questo sport se lo guardi da un aspetto commerciale, dall’altro hai la responsabilità delle persone nel paddock, i lavoratori all’interno del paddock e, soprattutto, i fan. È uno sport che viene praticato all’aperto ma abbiamo molte persone che normalmente vengono a vedere le nostre gare. Dobbiamo assicurarci che per quanto ci prendiamo cura di noi stessi ci occupiamo anche del pubblico. Ora, ci sono molte opzioni a cui puoi pensare per tornare di nuovo sui tracciati, qual è il formato migliore per ricominciare a correre non so dirlo”.

Risulta chiaro il pensiero di Vettel, probabilmente simile a quello di molti altri suoi colleghi. Di certo ci sarà da aspettare.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento