in

Alfa Romeo mette in cassa integrazione i suoi dipendenti in F1

Cassa integrazione anche per i dipendenti di Alfa Romeo in Formula 1 a causa del coronavirus

Alfa Romeo Racing
Alfa Romeo Racing

La crisi causata dal coronavirus colpisce sempre più squadre di Formula 1. All’Alfa Romeo hanno anche deciso di realizzare l’equivalente in Svizzera della nostra cassa integrazione. Alfa Romeo si unisce a McLaren, Williams e Racing Point che hanno già annunciato la stessa decisione nei giorni scorsi. Ciò colpisce gran parte della sua forza lavoro, composta da oltre 500 persone, a causa della crisi del coronavirus, secondo il quotidiano svizzero Blick.

In Haas, i piloti Romain Grosjean e Kevin Magnussen si sono offerti di abbassare i loro salari di fronte a questa crisi. I dipendenti del team possono usufruire delle ferie retribuite rese disponibili dal governo degli Stati Uniti a tutti i lavoratori che la propria azienda sospende in questi mesi. “Non possiamo andare avanti per tre mesi se non abbiamo entrate. Alcuni team possono, ma tutti i piccoli concordano sul fatto che ciò non è possibile”, afferma il capo Haas Guenteher Steiner, parlando al sito tedesco Guenther Steiner.

In queste circostanze, Steiner rivela che Grosjean e Magnussen hanno mostrato solidarietà con gli altri dipendenti Haas. “Sono venuti e hanno detto: ‘Se hai bisogno che facciamo qualcosa, dicci'”, aggiunge. “Ne stanno parlando con noi. Vedono la situazione che abbiamo, non abbiamo ancora finito di parlare, ma è una cosa positiva poterne parlare. In questo momento stiamo lavorando con diverse possibilità in mente, consapevoli che i nostri piloti hanno accettato di aiutarci. Penso che vada bene Ma dobbiamo finalizzare i dettagli “, afferma Steiner.

Ti potrebbe interessare: Kimi Raikkonen al top con l’Alfa Romeo Racing ieri a Barcellona

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento