in

Mick Schumacher: “Nessun pilota arriva in F1 perché il suo cognome conta”

Mick Schumacher sostiene che il suo cognome non gli darà con certezza un posto in Formula 1 in futuro

Mick Schumacher
Mick Schumacher

Mick Schumacher sostiene che il suo cognome non gli darà con certezza un posto in Formula 1 in futuro. Il tedesco spera di brillare in questa stagione in Formula 2 e guadagnare credito per un posto sulla griglia del Grand Circus nel 2021. Il figlio di Michael Schumacher ha minimizzato ciò che il suo cognome può fare per lui nella corsa per un posto in Formula 1. “Sono consapevole che se voglio diventare un pilota di Formula 1, devo fare bene in categorie inferiori come Formula 2. Nessun pilota junior arriva in Formula 1 perché il suo cognome è importante . Non è una garanzia “, commenta Schumacher in un’intervista a Info Bae.

Mick Schuamcher ha detto che non gli dispiace essere paragonato a suo padre, ma insiste sul fatto che il suo cognome non è garanzia di successo. “I confronti con mio padre non mi disturbano affatto. Mio padre è, a mio avviso, il miglior pilota di tutti i tempi . Il fatto che le persone mi paragonino a lui mi rende molto orgoglioso”, insiste. Tuttavia, Mick non vuole parlare di Formula 1 per ora. Il figlio del Kaiser ha la testa completamente concentrata su questa nuova stagione di Formula 2, una delle maggiori sfide che ha affrontato finora nella sua giovane carriera.

“Non ho intenzione di debuttare in Formula 1 in questo momento. Sono completamente concentrato sulla stagione di Formula 2 2020, che è molto importante per me. Questa è la mia più grande sfida in questo momento e voglio fare bene. Quello che succede dopo è qualcosa che possiamo discutere ad un certo punto in futuro “, afferma. Infine, Mick Schumacher riconosce di essere soddisfatto di come sono andate le cose durante la sua prima stagione in Formula 2 nel 2019. Il tedesco ha imparato molto sulla gestione delle gomme e ha acquisito un’esperienza chiave che gli permetterà di combattere con armi migliori quest’anno.

“Nel complesso, sono contento di come è andata la stagione. I nostri dati hanno mostrato che mancavano il ritmo in tre gare , ma soprattutto ho imparato molto dal 2019, soprattutto in termini di gestione delle gomme, che probabilmente è la parte più cruciale in Formula 2 “, ha aggiunto. “Sono sicuro che l’esperienza che ho acquisito durante la stagione 2019 mi ha aiutato a diventare un pilota migliore . Nel 2020, non solo voglio continuare a migliorare, ma voglio anche essere in grado di combattere con i migliori piloti della Formula 2”, ha concluso Mick Schumacher.

Ti potrebbe interessare: Mick Schumacher ha ammesso che avrebbe potuto essere tentato da un passaggio in Formula 1

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento