in

Ferrari accetta la proposta fatta da FIA e Liberty Media

Ferrari accetta la proposta di FIA e Liberty Media di anticipare la pausa estiva

Leclerc 2020

La FIA e l’organizzazione della Formula 1 hanno deciso di anticipare la pausa estiva. La Ferrari accetta i consigli e le decisioni degli altri team e chiuderà i battenti nelle prossime settimane. Con lo scoppio del coronavirus, il calendario della Formula 1 per il 2020 è diventato piuttosto un enigma. Per trovare una soluzione, la FIA e Liberty Media hanno proposto ai team di spostare la pausa estiva dal 19 marzo all’8 aprile. Ciò significa che le squadre non potranno lavorare sulla macchina durante quel periodo e che le porte delle fabbriche dovranno rimanere chiuse.

Red Bull Racing e Alfa Romeo hanno già concordato il piano e la Ferrari si è unita a loro. “La Scuderia Ferrari sostiene pienamente la decisione della FIA e della Formula 1 di anticipare la consueta pausa estiva. Il team chiuderà quindi da giovedì all’8 aprile” , afferma il team di Maranello in una nota. Secondo la Ferrari, non cambierà molto per il team, poiché lo staff era già stato sostituito il più possibile per impedire la diffusione di COVID-19. “Per un paio di giorni, i lavori a Maranello sono già stati interrotti e, ove possibile, sono stati sostituiti da un sistema di lavoro intelligente e automatico” .

Come molti, il team si rammarica di non essere in grado di correre, ma ovviamente comprende l’eccezionale situazione in cui si trovano attualmente la Formula 1 e il mondo. “Aspetteremo che la situazione sia migliorata e potremo tornare alla normalità, nella nostra vita quotidiana e nello sport. Nel frattempo, i nostri pensieri sono rivolti a tutti i soggetti colpiti dal virus e alle persone che lo combattono” , conclude squadra.

Ti potrebbe interessare: Binotto conferma: “Avremo una teleconferenza con altri team di F1 per il 2021”

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento