in

Fiat 600: l’icona del boom economico italiano compie 65 anni

La mitica auto venne venduta anche in altri paesi al di fuori dell’Italia

Fiat 600

La mitica Fiat 600, icona del boom economico italiano, compie 65 anni. La vettura venne prodotta dalla casa automobilistica italiana dal 1955 al 1969. Nel secondo dopoguerra, il brand di Torino era diretto da Vittorio Valletta. Quest’ultimo incaricò Dante Giacosa e il suo team di realizzare la nuova auto.

Il progetto finale venne presentato a Ginevra il 9 marzo del 1955 nel Palazzo delle Esposizioni. Con le sue due portiere e l’abitacolo in grado di ospitare fino a quattro persone, la 600 nascondeva sotto il cofano un motore di nuova progettazione posto sul retro con cilindrata di 633 cm³.

Fiat 600
Fiat 600 tre quarti posteriore

Fiat 600: la bellissima quattro posti è stata un’icona degli anni ’50 e ’60

Tale propulsore era in grado di sviluppare una potenza di 21,5 CV a 4600 giri/min, permettendo al veicolo di raggiungere una velocità massima di 95 km/h. Il prezzo di listino per potersi portare a casa questo modello era di 590.000 lire.

Grazie a queste caratteristiche, il marchio italiano riuscì ad ottenere un successo di vendite davvero importante. Il prezzo competitivo, la buona dotazione, la discreta abitabilità e il buon comportamento stradale permisero al veicolo di raggiungere questi risultati. Inoltre, secondo addetti ai lavori, la 600 riuscì a proporre grandi soddisfazioni di guida nonostante il piccolo motore.

Fiat 600
Fiat 600 profilo laterale

In base alle informazioni fornite da Fiat, la piccola vettura era capace di percorrere fino a 14 km con 1 litro. Nel corso degli anni, la Fiat 600 venne proposta in sei versioni: 600 1ª serie (marzo 1955-febbraio 1957), 600 2ª serie (marzo 1957-febbraio 1959), 600 3ª serie (marzo 1959-settembre 1960), 600D 1ª serie (settembre 1960-aprile 1964), 600D 2ª serie (maggio 1964-ottobre 1965) e 600D 3ª serie (novembre 1965-dicembre 1969).

Complessivamente, Fiat produsse oltre 4.939.642 esemplari della Fiat 600, di cui 2.695.197 unità riservate solo all’Italia. La vettura venne anche venduta in Spagna, Germania, ex Jugoslavia, Argentina e Cile.

Oltre a carovane di auto che portavano in giro questo modello per le varie città italiane, la casa automobilistica torinese attuò una strategia di presentazione davvero particolare. L’azienda sfruttò le potenzialità della TV per promuovere la sua nuova vettura. Grazie a una serie di cortometraggi realizzati da Cinefiat, la Rai iniziò a pubblicizzare la nuova Fiat 600.