in

FIA: “Non ci sono prove che la Ferrari abbia barato”

La FIA ha dichiarato che non erano stati in grado di avere una “prova inequivocabile di una violazione” delle normative da parte della Ferrari

FIA
FIA

La FIA ha rilasciato una dichiarazione per rispondere ai 7 team che hanno protestato per l’accordo segreto con la Ferrari. La FIA ha dichiarato che non erano stati in grado di avere una “prova inequivocabile di una violazione” delle normative da parte del cavallino rampante. Secondo la dichiarazione rilasciata giovedì dall’organizzazione automobilistica, è stato concordato un accordo per non continuare a elaborare il processo di indagine.

“La FIA ha condotto un’analisi tecnica dettagliata sull’unità di potenza della Scuderia Ferrari come è autorizzato a fare per qualsiasi concorrente del campionato mondiale di Formula 1″, si legge nella dichiarazione. “Le indagini approfondite intraprese durante la stagione 2019 hanno sollevato il sospetto che la Scuderia Ferrari potesse essere considerata come non operativa nei limiti delle normative FIA ​​in qualsiasi momento. La Scuderia Ferrari si è opposta fermamente ai sospetti e ha ribadito che la sua unità di potenza ha sempre operato rispetto delle normative.”

“La FIA non è stata pienamente soddisfatta, ma ha deciso che ulteriori azioni non avrebbero necessariamente comportato un caso conclusivo a causa della complessità della questione e dell’impossibilità materiale di fornire l’evidenza inequivocabile di una violazione. Per evitare le conseguenze negative che un lungo contenzioso comporterebbe soprattutto alla luce dell’incertezza dell’esito di tali contenziosi e nel migliore interesse del campionato e dei suoi stakeholder, la FIA, in conformità con l’articolo 4 (ii) del suo ‘Le Regole giudiziarie e disciplinari (JDR)’, hanno deciso di stipulare un accordo di transazione efficace e dissuasivo con la Ferrari per chiudere il procedimento.”

“Questo tipo di accordo è uno strumento legale riconosciuto come componente essenziale di qualsiasi sistema disciplinare ed è utilizzato da molte autorità pubbliche e altre federazioni sportive nella gestione delle controversie. La riservatezza dei termini dell’accordo di transazione è prevista dall’articolo 4, lettera vi), della JDR.”

Ti potrebbe interessare: Sette team di Formula 1 contro l’accordo tra FIA e Ferrari

La dichiarazione si è conclusa con un suggerimento che la FIA potrebbe intraprendere azioni legali contro le squadre protestanti al fine di proteggere la propria reputazione, dicendo: “La FIA prenderà tutte le misure necessarie per proteggere lo sport e il suo ruolo e la sua reputazione come regolatore della Formula uno World Championship “.