in

La 500 elettrica conquisterà il pubblico, parola di Olivier Francois

Il capo di Fiat, Olivier Francois, vuole conquistare con la 500 elettrica anche chi non ha mai pensato all’acquisto di una vettura elettrica

È decisamente ottimista Olivier Francois che durante l’evento di presentazione della nuova Fiat 500 elettrica, svoltosi a Milano, ha voluto fissare alcuni concetti. E obiettivi. Ma Olivier Francois, che è a capo di Fiat, ci ha tenuto a precisare che sebbene il Salone di Ginevra sia stato annullato a causa del Coronavirus non poteva essere rinviato il lancio di una vettura così importante per il marchio. “Abbiamo deciso di lanciare la nuova 500 in Italia, che è la sua casa visto che la vettura viene prodotta a Torino” ha detto Francois a Milano, aggiungendo anche “siamo a Milano, una vera e propria città simbolo di stile e lusso, e vogliamo trasmettere energia e ottimismo. Gli stessi valori cari alla 500 del dopoguerra e a quella apparsa ancora nel lontano 2007. Ora abbiamo come obiettivo la volontà di dare vita a una vera e propria rivoluzione ecologica”.

Un grande successo commerciale

Lo stesso Olivier Francois ci ha tenuto a ricordare che già dal 2007 la Fiat 500 ha rappresentato un vero e proprio successo commerciale per il brand torinese. Non è un caso se le vendite annuali della Fiat 500 siano state sempre in linea con le 200.000 unità consegnate ogni anno. Di certo la 500 elettrica arriva dopo il recente lancio della 500 Mild Hybrid, presentata assieme alla Panda. Ciò dimostra una certa attenzione verso l’ambiente da parte di Fiat.

Se non dovesse bastare, a rimarcare l’attenzione ecologica del nuovo corso Fiat, ci pensa anche lo spot della 500 elettrica che avrà come testimonial Leonardo Di Caprio. L’attore hollywoodiano è noto anche per il suo impegno nella salvaguardia ambientale e per il suo ruolo di attivista in questo settore. Lo spot introduce un messaggio molto particolare: ci si chiede infatti se lo spettatore crede nella reincarnazione. Fiat risponde che se si crede nella reincarnazione di un modello, questo sarà sicuramente elettrico proprio per “preservare il pianeta”. Lo stesso Olivier Francois ha ammesso che la Fiat 500 “ispira il cambiamento già dal 1957” aggiungendo anche che la vettura vuole accelerare il passaggio alle vetture elettriche. Ciò “grazie alla sua bellezza” che sarà in grado di convincere acquirenti che non hanno mai pensato ad acquistare una vettura elettrica prima d’ora.

Ottima autonomia in città

La nuova 500 sarà esclusivamente elettrica. Parliamo di una vettura nata appositamente per la mobilità elettrica, sfruttando una nuova piattaforma destinata proprio a questa nuova tipologia di vetture. “La Nuova 500 è disegnata per il prossimo decennio. Nel ciclo WLTP possiede un’autonomia media di 320 chilometri che diventano circa 400 in città. C’è poi la modalità di guida Sherpa che ti permette di gestire al meglio il funzionamento della 500 in modo da farti arrivare al punto di ricarica anche quando la carica sta per terminare” ha aggiunto Francois.

La 500 elettrica è predisposta anche per la ricarica veloce, elemento che permette di introdurre un’autonomia di 50 chilometri in appena cinque minuti di ricarica. C’è poi la guida autonoma di livello 2 e un nuovo infotainment. La nuova 500 ha mantenuto lo stile unico della 500 di sempre, sebbene sia “più lunga, più larga e quindi più spaziosa” dice Francois. In definitiva la vettura appare molto curata in ogni dettaglio.

Tuttavia per il 2020 si comincia con una versione full optional, numerata e cabrio. Si chiama La Prima e si può già ordinare sul sito Fiat introducendo una caparra di 500 euro. Francois ha poi detto di aver fatto realizzare “tre esemplari unici che sono degli autentici capolavori”. Si tratta delle tre varianti speciali dedicate ad altrettante icone dello stile italiano. Sono la Armani, la Kartell e la Bulgari.