in

Ferrari si riserva il diritto di utilizzare gli ordini di scuderia

Ferrari si riserva il diritto di utilizzare gli ordini di scuderia in caso di una “situazione chiara” a beneficio dell’intero team

Vettel e Leclerc - Ferrari
Vettel e Leclerc - Ferrari

Ferrari si riserva il diritto di utilizzare gli ordini di scuderia in caso di una “situazione chiara” a beneficio dell’intero team. Lo ha affermato il caposquadra Mattia Binotto. Dirigendosi verso la stagione di Formula 1 2020 con Charles Leclerc, ora in parità con il compagno di squadra Sebastian Vettel, Binotto ha rivelato che ciò non significa che la squadra sia sempre libera di darsi da fare come meglio crede.

“Non sto dicendo che sono liberi di correre senza ordini di squadra”, ha detto ai giornalisti dopo il primo test a Barcellona, ​​”quindi potrebbero esserci ordini di scuderia a beneficio dell’intera squadra. Ma deve essere una situazione chiara. ” Nel 2019, la Ferrari ha iniziato la stagione con Vettel come chiaro pilota numero uno, ma Binotto riconosce che le prestazioni di Leclerc durante la stagione gli hanno fatto guadagnare la stessa considerazione.

“Penso che Charles abbia condotto una stagione fantastica l’anno scorso e abbia raggiunto lo stesso livello di Sebastian anche in termini di risultati finali”, ha detto. “Quindi è giusto che siano allo stesso livello per iniziare nel 2020 e penso che sappiano anche che il team ha la priorità assoluta, quindi gli ordini del team potrebbero essere ancora lì.” Alla domanda se teme di conferire ai suoi piloti lo stesso status potrebbe portare a una ripetizione dello scontro al Gran Premio del Brasile del 2019, Binotto ha insistito sul fatto che il migliorato rapporto di lavoro dell’accoppiamento dovrebbe aiutare a evitare tali incidenti.

“Penso che i due piloti si conoscano molto meglio ora”, ha spiegato, elogiando l’apertura al dialogo tra la coppia di piloti. “In generale, non c’è molto che devo dire loro perché comprendono perfettamente quale deve essere il percorso per vincere in pista.”

Ti potrebbe interessare: La Ferrari non può ancora competere con Mercedes e Red Bull Racing secondo Turrini

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento