in

Binotto: la Ferrari rispetterà la decisione della FIA sul DAS

Mattia Binotto afferma che la Ferrari rispetterà i criteri della FIA per quanto riguarda la legalità del DAS

Mattia Binotto

Mattia Binotto afferma che la Ferrari rispetterà i criteri della FIA per quanto riguarda la legalità del DAS di Mercedes, anche se cercherà un chiarimento tecnico affinché la Federazione esprima il suo punto di vista. Non esclude di copiarlo, ma spiega che farlo comporterebbe un anno e mezzo di lavoro. Le parole di Binotto sono importanti, perché significano che la Scuderia esclude l’avvio di una crociata contro la Mercedes per mettere fuori legge il componente più rivoluzionario nella prima settimana della preseason. Rimangono fedeli al regolatore.

Il DAS o sterzo a doppio asse agisce come una sorta di sospensione attiva, ma è specificamente limitato al piantone dello sterzo, che innesca una reazione passiva alla convergenza delle ruote. Dato che la Mercedes lo ha già segnalato alla FIA durante l’inverno, sembra che questo dispositivo non sia ora illegale. A Maranello la sorpresa è stata massima. E mentre è vero che la Mercedes ha fatto una campagna nel 2019 contro il motore italiano, ora preferiscono “rendere le loro vite complicate sul circuito” piuttosto che scatenare una guerra mediatica. Binotto spiega che ascolteranno gli argomenti della FIA.

“Si parla molto del DAS. Non l’ho analizzato in dettaglio, ma ci fidiamo della FIA e della decisione che prenderanno. Confidiamo in ciò che diranno. Dobbiamo capire come funziona, quale può essere il vantaggio in termini di prestazioni” ha dichiarato Binotto a Montmeló.

“È un problema che abbiamo discusso con la FIA? Non ancora, ma lo faremo in cerca di chiarimenti, perché è importante capirlo. Non metteremo in discussione la loro decisione, perché abbiamo piena fiducia in loro – nella FIA –“.

A breve termine, la priorità è capire cosa sia esattamente il DAS, come funziona e quali benefici porta. La prima ipotesi è che contribuisca alla velocità massima e alla gestione della temperatura dei pneumatici. A lungo termine, non esclude di copiarlo per SF1000, anche se ammette che il processo di adattamento non sarebbe breve.

“Lo analizzeremo e vedremo se vale la pena svilupparlo. Non so se ne varrà la pena, ma non sarebbe pronto per Melbourne. È un concetto completamente nuovo, Sarebbe più per la metà della stagione, ma non prima.”