in

Maserati: i numeri della crisi in Europa nel 2019, il Levante si conferma il modello più venduto

Ecco come sono andate le vendite di Maserati in Europa nel corso del 2019

Il marchio Maserati ha appena chiuso un 2019 estremamente negativo ma può guardare al futuro con molta fiducia dopo la conferma degli investimenti previsti dal piano industriale e l’imminente arrivo dei nuovi modelli che nel corso dei prossimi anni andranno a rinnovare completamente la gamma. Maserati prevede di lanciare 10 novità, tra restyling, nuove generazioni e nuovi modelli inediti, dal 2020 al 2023 con l’obiettivo di cancellare il fallimento registrato nel corso del 2019.

Come confermano i dati di vendita definitivi, Maserati ha chiuso il 2019 con meno di 20 mila unità consegnate e con un calo del 45% rispetto ai dati registrati nel corso del 2018, un anno che era già stato molto negativo. In Europa, il brand italiano riesce a contenere le perdite ma registra un calo generalizzato per tutti i modelli in gamma.

Con poco più di 5 mila unità vendute nel 2019, infatti, Maserati registra un calo del 30% rispetto al 2018 riuscendo a limitare i danni rispetto a quanto si registra in altri mercati chiave del marchio come il Nord America e la Cina, da dove ripartirà l’ambizioso programma di crescita del marchio nel corso dei prossimi mesi.

Vediamo come sono andate le vendite dei modelli Maserati in Europa nel corso del 2019 grazie ai dati diffusi da Carsalesbase.

Levante è il modello più venduto

Il Maserati Levante si conferma anche nel 2019 come il modello Maserati più venduto in Europa. Il SUV prodotto nello stabilimento di Mirafiori ha chiuso l’anno con un totale di 3290 unità vendute nel nostro continente registrando un calo percentuale del -27% rispetto all’anno precedente.

Più indietro, invece, la Maserati Ghibli che chiude il 2019 con un totale di 1.723 unità consegnate facendo registrare anche un calo percentuale del -32% rispetto ai dati raccolti nel corso del 2018. Male anche la Quattroporte che termina l’anno con appena 251 unità consegnate ed un calo del -45% rispetto ai dati dell’anno precedente.

A completare le vendite di Maserati in Europa troviamo i dati di GranTurismo e GranCabrio, la cui produzione è finita lo scorso autunno. Nel corso del 2019, il marchio del Tridente ha venduto 230 unità di GranTurismo, con un calo del -30%, e 164 unità di GranCabrio, con un calo del -27%.

Maserati Levante 2020 Everywhere

Le novità dei prossimi mesi per Maserati

Molto probabilmente, per registrare una netta inversione di tendenza per Maserati in Europa, ma anche nel resto del mondo, sarà necessario attendere la fine del 2020 o i primi mesi del 2021. La casa del Tridente presenterà la Ghibli restyling con l’inedita variante ibrida nel corso del Salone dell’auto di Pechino ad aprile. La vettura arriverà sul mercato nel secondo semestre.

Al momento, inoltre, non c’è ancora una data per i restyling di Quattroporte e Levante, modelli inclusi nel piano industriale ma non citati nel comunicato ufficiale diffuso alcuni giorni fa. Per entrambe le vetture dovrebbe arrivare un restyling con un’inedita versione ibrida nel corso del secondo semestre del 2020 con debutto commerciale ad inizio 2021.

A prendere il posto di GranTurismo e GranCabrio ci sarà la nuova sportiva che verrà svelata a maggio in versione coupé ed arriverà nel 2021 anche in versione cabrio. La vettura, così come i modelli che va a sostituire, avrà un impatto limitato sui volumi di vendita del marchio italiano di cui però diventerà uno dei simboli più importanti.

Per una netta crescita delle consegne sarà necessario attendere il 2021 ed il lancio del nuovo Maserati D-SUV che sarà prodotto a Cassino. I lavori di costruzione della nuova linea produttiva nello stabilimento laziale inizieranno tra poche settimane, subito dopo la fine dei lavori di produzione dell’Alfa Romeo Giulietta.