in ,

La presunzione di colpa nelle Rc auto: cos’è

Utile conoscere meglio le regole delle assicurazioni, con la Rca familiare in vista

La presunzione di colpa nelle Rc auto è il principio base. Cosa dice? Nel caso di scontro tra veicoli, si presume fino a prova contraria che ciascun conducente abbia concorso ugualmente a produrre il danno subito dai singoli veicoli. Sta tutto scritto nel comma 2 dell’articolo 2054 del Codice della Strada, come spiega l’Ania (Associazione delle assicurazioni): si presume che ciascun conducente abbia provocato con pari colpa i danni causati dallo scontro, sia i propri sia quelli riportati dall’altro conducente. Salvo prova contraria.

La presunzione di colpa nelle Rc auto: cosa vuol dire

In termini pratici, ciascun conducente dovrà:

  • risarcire la metà dei danni subiti dall’altro,
  • e sopportare una riduzione del diritto al risarcimento dei propri danni in egual misura.

Questo principio va a braccetto con un secondo principio: la responsabilità solidale del proprietario col conducente. Infatti, il risarcimento dei danni da circolazione stradale può essere richiesto interamente sia al proprietario del veicolo sia al conducente responsabile del sinistro. Lo dice il comma 3 dell’articolo 2054 norma: il proprietario del veicolo o, in sua vece, l’usufruttuario o l’acquirente con patto di riservato dominio è responsabile in solido col conducente. Anche qui, salvo prova contraria: deve dimostrare che la circolazione è avvenuta contro la sua volontà. Al proprietario è assimilato anche il locatario in leasing.

Rc auto familiare: i due principi cardine

Anche con la Rc auto familiare che scatta il 16 febbraio 2020, ci sono questi due principi: la presunzione di colpa e la responsabilità solidale. Pertanto, il figlio 25enne che ha una moto ed eredita la classe dal padre che ha un’auto, dovrà poi stare attento a conservare la classe senza causare incidenti. In caso di sinistro, è responsabile a metà dell’impatto, a meno che risulti che solo l’altro è colpevole; se presta l’auto, è responsabile dell’incidente a meno che provi di aver prestato la macchina.