in ,

Maserati Ghibli del 1966 è stata una pietra miliare della casa modenese

Ermanno Cozza e Adolfo Orsi Jr. parlano della mitica Ghibli del 1966

Maserati Ghibli 1966 Made in Modena

Continuiamo a parlare della serie Made in Modena realizzata da Maserati. Il sesto episodio vede protagonista la mitica Maserati Ghibli del 1966 che, con il suo design moderno ed elegante, riesce a spiccare ancora oggi. All’interno del filmato è possibile vedere sempre l’esperto Ermanno Cozza e Adolfo Orsi Jr., nipote di Adolfo Orsi.

Lo storico definisce la Ghibli una pietra miliare nella storia della casa automobilistica modenese che con le sue caratteristiche tecniche e meccaniche è riuscita a conquistare anche i clienti americani. Orsi Jr. sottolinea le peculiarità del potente motore a 8 cilindri a carter secco nascosto sotto il cofano.

Maserati Ghibli 1966 Made in Modena

Maserati Ghibli: il design di questa vettura porta la firma della Carrozzeria Ghia

Come testimoniato dal badge, il disegno del telaio venne affidato alla Carrozzeria Ghia dove lavorava il giovanissimo Giorgetto Giugiaro, uno dei designer più famosi al mondo. Come detto poco fa, le sue caratteristiche permisero alla Maserati Ghibli di conquistare i clienti degli Stati Uniti che amavano particolarmente la potenza pura grazie al propulsore V8 che proponeva CV e coppia motrice molto soddisfacenti.

Come spiegato da Adolfo Orsi Jr. nel video Made in Modena, molti clienti si recavano in fabbrica per assistere all’assemblaggio del proprio esemplare. Lui stesso si dirigeva con la bici presso lo stabilimento di produzione per ammirare l’assemblaggio delle auto, oltre a poter annusare l’odore di nuovo della pelle o delle gomme oppure quello della benzina.

Maserati Ghibli 1966 Made in Modena
Maserati Ghibli 1966 interni

La Maserati Ghibli è stata un’auto particolarmente apprezzata dalle persone, tanto da riuscire a vendere più delle dirette rivali: la Ferrari 365 Daytona e la Lamborghini Miura.

Il potente propulsore V8 a carter secco da 4.7 litri è in grado di sviluppare una potenza di 310 CV ed è abbinato a un cambio manuale a 5 marce o automatico a 3 rapporti. Secondo i dati forniti dal Tridente, il veicolo era capace di raggiungere una velocità massima di 270 km/h e di accelerare da 0 a 100 km/h in circa 6,5 secondi.