in

Correa: “Il rapporto della FIA sul mio incidente solleva ancora più domande”

Juan Manuel Correa non è soddisfatto del rapporto della FIA sull’incidente costato la vita a Hubert

Juan Manuel Correa
Juan Manuel Correa

Sin dal giorno del grave incidente di Formula 2 in Belgio, la FIA ha indagato. In quell’occasione avvenne la morte di Anthoine Hubert mentre Juan Manuel Correa subì gravi ferite. Venerdì è stato rilasciato il rapporto sull’incidente, ma Correa non è contento del risultato. La FIA ha decretato che nessuno era in colpa per l’incidente dunque il tutto è stato giudicato come una “coincidenza”. Secondo Correa, ci sono ancora elementi della situazione che non comprende del tutto.

“Il dipartimento di sicurezza della FIA ha trascorso più di cinque mesi a condurre questa indagine, ma per me il loro riassunto solleva più domande di quante risposte fornisca. Inoltre, trovo sorprendente che il rapporto completo sull’incidente non mi sia stato reso disponibile in modo da garantirmi una comprensione più chiara delle conclusioni raggiunte dalla FIA “, ha affermato Correa in un post di Instagram.

Il pilota di Formula 2 non può dire molto. “Spero di essere in grado di commentare ulteriormente una volta che il rapporto mi sarà messo a disposizione e quando avrò una visione più chiara delle conclusioni raggiunte dalla FIA e dei miglioramenti della sicurezza che intende apportare”, ha aggiunto. Correa si sta attualmente riprendendo a Miami, dove ha subito diverse operazioni a causa dell’incidente.

Ti potrebbe interessare: Correa spiega perché non ha potuto evitare l’auto di Hubert nell’incidente di Spa