in

Helmut Marko è pronto a protestare ancora contro la power unit Ferrari

Marko è intervenuto nuovamente su possibili proteste nei confronti della power unit Ferrari anche nel 2020

Helmut Marko

Non è ancora terminata la scia di veleno tra Red Bull e Ferrari, legata a quelle presunte irregolarità più volte rimarcate da Helmut Marko durante la stagione 2019. Difatti ora che ancora la stagione 2020 è ancora in attesa di avvio, le polemiche tra i due team non mancano. O meglio, non cessano le polemiche provenienti ancora una volta dal solito Helmut Marko. La Red Bull è infatti pienamente intenzionata a proseguire con le proteste, nel caso in cui le prestazioni della nuova power unit di Maranello dovessero provocare più di qualche dubbio anche nel 2020.

È ancora Helmut Marko il protagonista della diatriba

A circa un mese dall’avvio del Mondiale 2020 col Gran Premio di Melbourne in programma a metà marzo, Helmut Marko è tornato a mettere il dito nella piaga. Tuttavia bisogna pure dire che i riscontri derivanti dalle analisi condotte dalla FIA avevano confermato la legalità del propulsore di Maranello. Un elemento incontrovertibile che aveva posto un freno alle dichiarazioni che Helmut Marko aveva lasciato in diverse occasioni durante la seconda parte della scorsa stagione.

Red Bull Racing

L’austriaco è tornato quindi a rincarare la dose all’interno di un’intervista rilasciata a Motorsport-total.com, con un tono piuttosto minaccioso. Non ha infatti esitato a dire che nonostante i riscontri negativi della FIA si rivolgerà ancora a quest’ultima nel caso in cui ce ne fosse bisogno. “Ci sono stati diversi aspetti della power unit Ferrari che risultavano probabilmente al di fuori da ogni possibile area grigia. Ma non è stato fatto niente a tal proposito. Per noi l’aumento prestazionale della Ferrari è stato notevole ma spero che non accada più quest’anno. Se dovessimo avere il sospetto di nuove irregolarità protesteremo ancora”.

Vettel

Ma in Ferrari sono tranquilli con un Mattia Binotto che non ha mai dato troppo peso alle parole di sfida di Helmut Marko. Consapevole del fatto di possedere una power unit in perfetta regola. La pista darà il suo riscontro. Ma a Marko gli fa eco il team principal di Red Bull Chris Horner. Lo stesso Horner ai microfoni di RTL ha infatti detto che la FIA si trova in difficoltà in merito allo sviluppo dei motori. “Penso che la FIA non possiede la necessaria esperienza, almeno non quella dei team di Formula 1. È stato importante per noi ricevere un chiarimento ad ottobre in vista della nuova stagione”.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento