in

Alain Prost ha elogiato l’inizio della carriera di Leclerc in Ferrari

Il primo anno di Leclerc alla Ferrari è stato un vero successo secondo Alain Prost

Charles Leclerc

Alain Prost ha elogiato l’inizio della carriera di Formula 1 di Charles Leclerc in Ferrari, definendolo un successo completo avendo affrontato e superato senza problemi le pressioni del guidare per la Scuderia, ottenendo sette pole e due vittorie. Leclerc si è unito alla Ferrari dopo la sua impressionante stagione da rookie con la Sauber (ora Alfa Romeo) nel 2018, andando quasi a vincere nella sua seconda gara per la squadra del cavallino rampante dopo aver conquistato la pole in Bahrain.

Alain Prost esalta il primo anno di Leclerc alla Ferrari

Ma i problemi del motore hanno fatto retrocedere il Monegasco dal primo al terzo posto, lasciando il 22enne ad aspettare fino alla seconda metà della stagione per la sua prima vittoria. Leclerc ha conquistato la sua terza pole in Belgio e ha ottenuto la sua prima vittoria, ripetendo lo stesso risultato una settimana dopo a Monza, terminando sopra il compagno di squadra della Ferrari Sebastian Vettel in campionato.

“Parlo molto con Charles”, ha detto Prost. “La prima cosa ovvia che si può sottolineare è stata la sua capacità di convincere la Ferrari ad assumerlo in così giovane età. Le gare con la Scuderia di Maranello creano una pressione fenomenale. Con questo in mente, si può dire che la prima fase della sua carriera è stata un completo successo. L’impressionante primo anno del Monegasco con la Ferrari gli è valsa un nuovo contratto quinquennale con il team fino al 2024.

“Charles ha già guadagnato la posizione di numero uno”, ha aggiunto Prost. “Lo si può quasi considerare un numero uno in Ferrari. Essere in grado di correre alla pari di Vettel nel suo primo anno con la Ferrari è qualcosa di estremamente positivo. Guardando al futuro, non importa se è un po’ più veloce o più lento in alcune occasioni. Charles ha mostrato grande maturità e non ha esitato a tirare fuori i gomiti alcune volte. “Quando ascolto i suoi messaggi radio, a volte mi dico: ‘Quel ragazzino ha fegato!'”

Ti potrebbe interessare: Alain Prost sulla situazione dei piloti Ferrari: “Sarà solo più difficile”