in ,

La Maserati 6C potrebbe ospitare il V6 di Alfa Romeo

AutoMoto ipotizza una possibilità per il progetto “6C” messo da parte da Alfa Romeo

Maserati 6C
L'ipotesi della Maserati 6C prodotta da AutoMoto

Sebbene ormai da tempo si parli dell’Alfa Romeo 6C, la coupé sportiva che avrebbe dovuto essere l’erede di 8C Competizione e della 4C che ormai si trova al termine della sua carriera, la vettura non verrà probabilmente mai prodotta. Visto che non rientra tra le vetture future del Biscione.

Tuttavia il suo progetto sarebbe stato completato già da un po’, motivo che spinge a pensare ad ulteriori nuovi scenari. Quella che doveva essere l’Alfa Romeo 6C infatti potrebbe essere dedicata a Maserati. La vettura andrebbe infatti a rappresentare un valido modello utile al ritorno vero e proprio nel giro che conta da parte del marchio del Tridente.

Le novità annunciate nei mesi passati

Volendo essere sinceri, in questo momento non esiste alcun annuncio ufficiale. Tuttavia, in base a quanto dichiarato in precedenza da Maserati, la gamma attualmente composta da Ghibli, Levante e Quattroporte dovrebbe subire un ulteriore ampliamento. E una sportiva coupé dovrebbe arrivare proprio quest’anno, per poi introdurre una variante spider nel 2021.

La suggestione più interessante deriva sicuramente dal comparto motoristico. La Maserati 6C potrebbe infatti ospitare un propulsore strettamente derivato da quello utilizzato sull’attuale Giulia Quadrifoglio. Si tratta dell’interessante V6 da 510 cavalli che potrebbe subire un ulteriore lavoro di fino che garantirebbe una potenza amplificata fino al valore di circa 550 cavalli, o qualcosa in più.

C’è poi da dire che sia Alfa Romeo che Maserati detengono nel loro passato vetture che venivano denominate proprio “6C”. La denominazione derivava infatti dalla motorizzazione a 6 cilindri che ospitavano. Le vetture “6C” di entrambi i marchi sono già molto note: per Alfa Romeo troviamo infatti le 6C 1500 degli Anni ’20 ma anche le 6C 2500 degli Anni ’50. La più nota è sicuramente la mitica 6C 1750 che si rese protagonista, assieme a Tazio Nuvolari, di un memorabile sorpasso a luci spente nei confronti di Varzi durante la Mille Miglia del 1930.

Per quanto riguarda invece la Maserati, la sua 6C 34 era una monoposto che aveva debuttato nel 1934 durante il GP di Italia sempre con Tazio Nuvolari.