in

Alfa Romeo Romeo Ferraris potrebbe lasciare il WTCR nel 2020 per concentrarsi sull’E-TCR

Secondo il quotidiano inglese Autosport, Romeo Ferraris potrebbe lasciare il campionato mondiale di auto da turismo

Alfa Romeo WTCR

Solo poche settimane fa, è stato riferito che Romeo Ferraris con le sue auto Alfa Romeo intendeva partecipare al progetto E-TCR. Si tratterebbe di un passo verso la mobilità elettrica, che lo collocherebbe nel futuro campionato di auto elettriche. Questo sviluppo del modello Giulia che avverrà durante l’anno 2020, potrebbe modificare i piani di Romeo Ferraris nel WTCR. Secondo il quotidiano inglese Autosport, il team potrebbe lasciare il campionato mondiale di auto da turismo.

Il nuovo progetto elettrico sarà supportato dalla società di ingegneria Hexathron Racing Systems, che, come Romeo Ferraris, ha sede a Milano. Le auto TCR Romeo Ferraris standard si basano sul modello Giulietta, lanciato nel 2010. Il direttore del team, Mario Ferraris, ha dichiarato ad Autosport che un programma dovrebbe essere prioritario.

“Questo è complicato perché per essere qui abbiamo bisogno di soldi “, ha detto Ferraris, quando gli è stato chiesto se la squadra, che è sotto la bandiera del Mulsanne Team, avrebbe gareggiato nel WTCR il prossimo anno. ” Non possiamo avere il budget per entrambi i progetti. Quindi, penso che il prossimo anno, il progetto più importante sarà l’E-TCR. ”

Ma come con la Volkswagen, il team sarebbe aperto a supportare un’operazione privata usando le loro auto della serie. Romeo Ferraris ha presentato una versione migliorata della sua Alfa Romeo Giulietta, la Veloce, per il 2019, con la quale Kevin Ceccon e Ma Qing Hua hanno ottenuto nove podi combinati WTCR.

“Se qualcuno vuole competere con la nostra auto, possiamo studiarci. Sarebbe la soluzione migliore, perché questo campionato è molto importante. ” Sono stato nella serie WTCR per un anno e mezzo e dedico tutti i podi alla mia squadra “, afferma Kevon Ceccon, il miglior pilota classificato della squadra italiana che prevede di essere il prossimo anno nel campionato del mondo

“Questa volta voglio essere egoista perché penso di aver dimostrato di essere veloce in tutte le situazioni avendo ottenuto podi sotto la pioggia, asciutto e scivoloso e condizioni mutevoli. Penso che dovrei essere nel WTCR la prossima stagione.” Il tempo dirà cosa succederà, ma la partenza dell’Alfa Romeo potrebbe creare una breccia nel campionato del mondo, che ha già subito due addii quest’anno, quelli di Audi e Volkswagen.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento