Termini Imerese, operai in cassa integrazione: buone novità

Termini Imerese operai cassa integrazione novità

Il lavoro da fare è ancora molto, ma per gli operai di Termini Imerese ancora in cassa integrazione sembrerebbero esserci buone novità, in arrivo direttamente dall’azienda Grifa che ha rilevato l’ex stabilimento di proprietà della Fiat.

Appena un mese fa, Grifa aveva comunicato agli operai in cassa integrazione il nuovo programma riguardante la futura produzione di auto ibride nello stabilimento di Termini Imerese. Il Gruppo Italiano Fabbriche Automobili (acronimo di Grifa), tuttavia, secondo indiscrezioni che due settimane fa circolavano sui principali media, non poteva permettersi di avviare la nuova attività.

Oggi, gli operai possono tornare a tirare un sospiro di sollievo, perché dopo le ultime dichiarazioni di Grifa su Termini Imerese sembrerebbero esserci delle date concrete: entro il 15 dicembre si riunirà il consiglio di amministrazione dell’azienda che ha rilevato lo stabilimento automobilistico ex Fiat, mentre il 24 novembre (tra pochi giorni) i 770 operai in cassa integrazione di Fiat e Magneti Marelli avranno notizie riguardanti la mobilità incentivata.

Le decisioni sono state prese in una riunione tra i sindacati e i rappresentanti del Gruppo FCA, avvenuta nel pomeriggio odierno presso il ministero dello Sviluppo Economico.

L’attesa è tutta, dunque, per il prossimo 15 dicembre, data in cui l’azienda Grifa darà una definizione al piano industriale e alle risorse umane che verranno impiegate nel nuovo progetto di Termini Imerese, riguardante la produzione di auto ibride.