Nuova Alfa Romeo Giulietta 2019: un nuovo render su Facebook

Nuova Alfa Romeo Giulietta 2019
Nuova Alfa Romeo Giulietta 2019: l'ultimo rendering arriva da Facebook

Nelle scorse ore la pagina Facebook ‘Alfa Romeo Project 950’ ha mostrato un altro render della nuova Alfa Romeo Giulietta 2019. Si tratta di un’immagine, che come accade in questi casi, ha fatto velocemente il giro del web tra i numerosi appassionati del Biscione. L’immagine prova a dar un’idea di come potrebbe essere la nuova generazione della celebre berlina compatta della casa di Arese nella sua veste definitiva. Come spesso accade in queste ipotesi, i pareri su questo rendering sono discordanti. C’è chi apprezza l’ipotesi dell’anonimo designer e chi invece spera con tutto il cuore che la nuova generazione di Giulietta non sia così. Noi preferiamo non esprimerci in proposito.

Nuova Alfa Romeo Giulietta 2019: sarà unica nel suo genere

Vogliamo però ricordavi che la nuova Alfa Romeo Giulietta 2019 è una vettura tra le più attese della futura gamma del Biscione. Questa dovrebbe arrivare, secondo le ultime indiscrezioni nel corso del 2019, sebbene sia possibile una presentazione in anteprima già nell’autunno del 2018. Si tratterà di una vettura molto diversa da quella attualmente sul mercato.

Si tratterà infatti di una vera e propria rivoluzione, questo significa che il modello in questione avrà veramente poco in comune con l’attuale Giulietta. La base sarà la piattaforma modulare Giorgio, la stessa di Alfa Romeo Giulia ma in una versione accorciata fatta apposta per le dimensioni di Giulietta.

Nuova Alfa Romeo Giulietta 2019: una delle novità più attese nella gamma del Biscione

Questo significa che la nuova Alfa Romeo Giulietta 2019 sarà una delle poche vetture della sua categoria a poter vantare la trazione posteriore. Per quanto riguarda il design sebbene anche in questo caso sarà evidente il ‘family feeling’ con la berlina Giulia è facile ipotizzare che il veicolo avrà una linea tutta sua che la caratterizzerà in maniera piuttosto evidente.

Quello che è certo è che questo veicolo, assieme alla nuova ammiraglia Alfetta, è una delle vetture più attese non solo dai numerosi appassionati ‘alfisti’ ma anche dagli addetti ai lavori. Questo in quanto si tratterà della vettura che potrebbe far fare il decisivo salto di qualità al Biscione in un mercato importante come quello dell continente europeo dove questo modello troverà spazio.

Leggi anche: Alfa Romeo: domani inizia un mese che potrebbe cambiare la sua storia

Nuova Alfa Romeo Giulietta 2019
Nuova Alfa Romeo Giulietta 2019: l’ultimo rendering arriva da Facebook

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio Us Spec: in America cresce l’entusiasmo

E’ facile immaginare che già a partire dal prossimo anno sarà possibile avere qualche notizia in più sulla nuova Alfa Romeo Giulietta 2019. Certamente quello che vi mostriamo non sarà l’ultimo rendering che apparirà sul web di questo veicolo. Anzi è probabile che con le prime foto spia che prima o poi inizieranno a proliferare sul web anche il numero dei render si moltiplicherà. Non resta dunque che aspettare e vedere quello che realmente accadrà in casa Alfa Romeo riguardo a questa nuova automobile.

  • Gianluca Mangone

  • Molto bella

  • Paolo Guidi

    Bella bella

  • Alessandro

    Non si può lanciare la nuova Giulietta nel 2019 sarebbe troppo tardi.Meglio gli inizi del 2018.Per fare cassa nel segmento C bisogna fare bene ma non perdere tempo

    • Blackimp

      sono d’accordo. il punto è che probabilmente non hanno abbastanza soldi per investire su tutto e forse neanche tanta capacità produttiva di qualità. I soldi li fanno vendendo in america e lì le 2 volumi non vendono molto. Dovendo scegliere puntano sulle auto per il mercato americano e soprattutto a riempire i vuoti totali che ci sono in molti segmenti del loro listino. Con i soldi che guadagnano su Giulia e Stelvio faranno l’Alfetta – o come si chiamerà – e la nuova Giulietta. In Europa invece una due volumi con la qualità della Giulia venderebbe molto ma forse non così tanto vista la concorrenza molto ampia e la mancanza di soldi.
      Per quel che mi riguarda sarei stato ben felice di poter prendere un’alfa di qualità e avrei forse aspettato ad inizio 2018 ma dovendo prendere la macchina a breve non mi sento di comprare l’attuale Giulietta. E’ un vero peccato.
      Io continuo a sperare che comunque la futura Giulietta non sarà come in questi rendering perché sarebbe un’auto totalmente inutile. Va bene le “emozioni” ma una macchina due volumi tutto cofano solo perché la si vuole a trazione posteriore, con zero bagagliaio e cockpit striminzito come quello della 147 proprio no! sicuramente adesso avrà dei bei motori benzina che prenderà dalla Giulia

      • umberto

        c’è la tipo per il segmento c….. per il resto le tue considerazioni sulla qualità e sui soldi sono interessanti, quindi ritengo che anche se presentassero la Giulietta tra un mese sarebbe meglio che compri altro, possibilmente non del gruppo fiat perché l’abitacolo (cockpit) è da auto normale, logicamente salvo che uno non compri un bello stralis allora l’abitacolo è spazioso!

        • Blackimp

          ma no dai guardala bene è solo il solito lavoro buzzurro di taglia e cuci dalla Giulia: è impensabile OGGI che facciano un’auto così sproporzionata – c’è la mazda 3 in effetti e personalmente dopo averla provata gliel’ho lasciata giù volentieri – sarebbe totalmente inutile: nessuno oggi compra un’auto che non ha spazio interno solo perché è un po’ brillante. Ormai tutti i brand, tranne forse Ford che ha ridotto il bagagliaio della Focus, hanno modelli sportivi che hanno anche spazio.
          A maggior ragione se poi Alfa vuole vendere versioni con motore meno potente: chi se la compra l’auto che “non va forte” e non ha neanche spazio a fronte di una lunghezza spropositata? Ma no dai è solo il rendering di un incompetente. Neanche la serie 1 è così sproporzionata.

          • umberto

            Partendo dal presupposto che nella realtà non sappiamo come sarà la nuova Giulietta, ammesso poi che la facciano davvero, quello che vediamo in queste discussioni sono semplicemente delle ipotesi che poco hanno a che fare con la realtà è la cosa divertente è che c’è chi si scalda per il nulla!
            Sul discorso spazio e sportività sono due elementi un po in contrasto, un auto sportiva, rimanendo su costi accettabili, è tendenzialmente piccola, ma d’altronde se si vuole realmente una macchina sportiva non si può pretendere di avere le caratteristiche di una sw. La scelta di una macchina deve essere fatta sempre in funzione delle necessità, quindi se uno ha bisogno di spazio deve indirizzarsi verso modelli grandi

            • Blackimp

              ma che c’entra la SW qui si parla di normali segmento C. quella del rendering è ridicola come spazio rispetto a tutte le segmento C e anche alla attuale Giulietta e come la attuale Giulietta non venderanno solo versioni prettamente sportive – ormai tutti fanno anche versioni con solo un centinaio di cavalli oltre a quelle più potenti e la media per i benzina sta diventando di 150cv – . Ma sono sicuro che non la faranno così, basta vedere le boiate di rendering che avevano fatto per lo Stelvio e come si capisce che sarà dalle immagini in stabilimento, pur leggermente coperto.

              • umberto

                il riferimento è all’auto sportiva, dopodiché la Giulietta attuale non mi sembra cosi poco spaziosa, però quello sono valutazioni soggettive, quindi giustamente tu puoi ritenerla piccola per le tue necessità.

    • umberto

      non capisco perché troppo tardi, me lo puoi spiegare, grazie!

  • Francesco Tarquinio
  • Broken920

    i baffi ricordano molto la 147 aka musona. Nuova Giulietta o ritorno della 147? 🙂

    • cipo

      ..magari il ritorno della 147! 😀 e lo auguro anche per la mole di vendite!

  • 2019? 2 anni dopo lo Stelvio? Troppo tardi. Potenzialmente è il modello che potrebbe risollevare definitivamente Alfa, più della berlina e del SUV.

    • umberto

      non penso proprio, direi che potrebbe essere un modello che aiuterà l’incremento delle vendite, ma l’Alfa se vuole ritornare ai vertici deve puntare su modelli come la Giulia. Sicuramente in questi anni sia Mito che Giulietta hanno dato degli interessanti risultati di vendita, ma sono due modelli che hanno ben poco riferimento con la storia dell’Alfa, e l’Alfa deve riprendersi quei clienti che sono passati alla concorrenza per mancanza di auto adeguate, con la Giulia è iniziata questa ripresa, ora devono continuare su questa strada.

  • Blackimp

    2/5 di macchina per il cofano e motore longitudinale. No dai non scherziamo

  • Lancia Delta HF

    Nel 2019??? Visto che ci siamo, facciamola uscire nel 2030! Ma per favore va! marchionne deve andar via dal Gruppo FIAT (per me FCA non esiste)!

    • umberto

      peccato, hai una bella foto come immagine, ma per il resto il tuo commento lascia perplessi…. se non arrivava Marchionne col cavolo che avremmo di nuovo un Alfa come la Giulia e ti dirò di più sempre se non arriva col cavolo che avremmo ancora la fiat, quindi la tua bella immagine oggi sarebbe scomparsa definitivamente …. pensa che nei piani di fca pare che ci sia l’intenzione di rifare la delta integrale….. quindi, se veramente sei un appassionato della Gloriosa S4, ti conviene comprendere che esiste fca!

    • Blackimp

      Marchionne non è impeccabile ma concordo con Umberto che senza Marchionne il gruppo Fiat e co. sarebbe andato avanti a fare auto mediocri senza prospettiva e senza strategia, agonizzando nel mercato europeo. Una macchina come la Giulia l’Alfa senza le strategie di Marchionne non l’avrebbe fatta MAI più. E’ costata sacrifici perché prima Marchionne ha dovuto mettere in salvo la FIAT e fare la fusione con Chrisler per avere poi i soldi dagli stati uniti e nel frattempo Alfa ha arrancato con due modelli e mezzo, però adesso sta producendo auto che non sono più i tipici voglio ma non posso all’italiana: la Giulia è stupenda sotto tutti i punti di vista. Anch’io penso che la Giulietta avrebbero dovuto rifarla per il 2017 e che quella attuale non sia all’altezza di quello che vorrebbe essere, pur rimanendo un’auto più che acquistabile, tuttavia se mi metto al posto di Marchionne non mi sentirei di usare tutte le risorse adesso per sostituire una macchina del segmento C che comunque c’è quando non c’è niente in altri segmenti che in america venderebbero molto di più. Prima di tutto deve vedere se l’investimento per Giulia e Stelvio ha il ritorno che si aspetta e se no deve correggere immediatamente il tiro. POI con i soldi che incassa fa la berlina lunga, a quanto pare, e avrebbe anche senso: in quel settore Alfa non ha niente e in america probabilmente venderebbe. La giulietta attuale anche se è meno appetibile di altre, in certe fasce di potenza soprattutto, è ancora vendibile quindi avrebbe gli incassi della berlina lunga PIU’ quelli della 2 volumi segmento C. Dopo Alfa sarà economicamente più forte e potrà pensare di produrre una Giulietta e una Mito nuove che aspirano a vette più alte.
      Certo è che se riuscisse a fare tutto questo un bel po’ prima del 2019 sarebbe decisamente meglio. io stesso se sapessi che la Giulietta nuova uscisse tra un anno non comprerei adesso l’auto.