Fiat: in Brasile foto spia della nuova segmento B che sostituirà Punto e Palio

Fiat
Fiat: foto spia della nuova segmento 'B' che andrà a asotituire in Brasile la Palio e la Punto

In Brasile si avvicina il momento in cui il cosiddetto ‘Progetto X6’ di Fiat, arriverà nella fase di produzione. La nuova segmento B di Fiat avrà l’arduo compito di sostituire in Sud America due vetture che hanno fatto la storia recente della principale casa automobilistica italiana. Ci riferiamo naturalmente alle Fiat Palio e Punto. Si tratta di auto strategicamente importanti al pari della nuova Mobi, che però fa parte di un segmento inferiore.

Qui nella foto pubblicata dal sito ‘autosSegredos.com’ vediamo il modello che in futuro arriverà sul mercato, il cui nome è al momento ancora sconosciuto, ma probabilmente questo sarà completamente nuovo e non si rifarà dunque a modelli del passato.

Fiat: nuova foto spia della futura segmento ‘B’ per il Sud America

La foto spia mostra dunque il prototipo camuffato del veicolo che comunque sembra essere a buon punto nella sua fase di sviluppo e probabilmente sotto le camuffature c’è la versione definitiva almeno per quello che riguarda la carrozzeria.

Di questo modello si è anche detto che probabilmente potrebbe essere portato in Europa come successore di Fiat Punto, ma si tratta di un’indiscrezione non confermata dai vertici del gruppo italo americano diretto dal numero uno Sergio Marchionne.  Già negli scorsi mesi si era parlato della possibilità che la nuova generazione di Fiat Punto potesse essere realizzata in Brasile, ma la notizia non ha mai trovato conferma ufficiale e dunque al momento sembra improbabile.

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia: in Europa a settembre consegnate 1.718 unità

Fiat
Fiat: foto spia della nuova segmento ‘B’ che andrà a asotituire in Brasile la Palio e la Punto

Leggi anche: Maserati Levante: la recensione di Top Gear UK per il nuovo Suv

Ecco le possibili motorizzazioni della futura segmento ‘B’

Fiat quindi cerca di sparigliare le carte in questo mercato brasiliano che è sempre più in crisi. Si vocifera che questa berlina di segmento ‘B’ potrebbe esordire sul mercato sudamericano nel corso del primo semestre del 2017. Per quanto riguarda le motorizzazioni, nella parte inferiore della gamma, la nuova chiave sarà sicuramente il motore Firefly  1300 cc (quattro cilindri) disponibile con 109 CV di potenza massima.

Mentre il modello top di gamma potrebbe montare il propulsore 1,8 E.torQ EVO, che è presente anche nella gamma del nuovo pickup Toro. Si parla in Brasile anche della possibilità che questa nuova auto di segmento ‘B’ potrebbe essere portata sul mercato anche con un modello sportivo con il motore 1.3 Turbo Firefly di ben 150 CV.

  • Dario

    Evvai! Un’altra auto “italiana” costruita all’estero. Ma qui in Italia non si riesce proprio a fare più nulla?

    • VaeVictis

      Sostituirà la Punto e la Palio in Brasile. In Europa non è ancora sicuro che la Punto avrà un erede perché le vendite sono troppo basse. Il mercato si è ormai orientato verso le Dacia e le auto coreane nonostante abbiano dei pianali indegni.

      • VaeVictis

        P.S. La Punto brasiliana è costruita sul pianale low cost della Palio, non è come la nostra. Quindi dubito che Marchionne la vorrà importare in Europa. Creerebbe solo un danno d’immagine al marchio Fiat, senza portare sti gran soldi…

        • Mons

          E poi non la comprerebbe nessuno, la Palio ce la ricordiamo ancora, un aborto di macchina come la Duna prima di lei

          • VaeVictis

            Immagino che tu parli dell’estetica. Su quel lato credo che la nuova Punto brasiliana non sarà niente male, niente a che vedere con la Palio.
            Però avrà un pianale economico, a livello di Dacia e Kia/Hyundai. Molti italiani la comprerebbero comunque (visto che già comprano le Dacia e le Kia/Hyundai), ma un veicolo del genere posizionerebbe il marchio Fiat ad un livello molto basso, lontano dagli assetti sportivi e dai livelli di handling a cui ci ha abituato finora.

      • Mons

        Le vendite della Punto sono basse perchè è la stessa auto da 11 anni a questa parte.
        Se vende la Tipo, figurarsi una nuova Punto

        • VaeVictis

          Questo si, però per guadagnarci da un veicolo come la Punto bisognerebbe venderne 300mila all’anno. Dieci anni fa ci erano riusciti. Ora non credo che sarebbe più possible. Ci sono altri marchi che hanno preso tutto il settore facendo auto low-cost e in tempi di crisi la gente guarda più al prezzo che alla dinamica di guida. Staremo a vedere cosa succederà. Forse Altavilla vuole prima vedere i risultati della Tipo. Ha pianificato una produzione di 250mila pezzi l’anno ma a me pare che le vendite siano ancora molto lontane dai quei livelli.

    • umberto

      Non ti sei accorto che in Italia producono parecchio?