Fiat 124 Spider: lo ‘sbarco’ negli Usa

Fiat 124 Spider
Fiat 124 Spider

Oggi 4 luglio 2016 è una data storia per la principale casa automobilistica italiana, arriva infatti lo sbarco negli Usa di Fiat 124 Spider, la diretta erede della celebre antenata che nel lontano 1966, esattamente 50 anni fa conquistò il mercato a stelle strisce diventando in breve tempo il punto di riferimento degli americani per quanto concerne il made in Italy nel mondo dell’automobilismo. Lo sbarco delle prime Fiat 124 Spider sul suolo americano segna un importante punto di svolta nel grande piano industriale di Fiat Chrysler Automobiles. Ci riferiamo ovviamente al piano lanciato dal numero uno di Fca, l’amministratore delegato Sergio Marchionne nel maggio 2014.

Con Fiat 124 Spider si arricchisce la gamma dei veicoli Fiat negli Usa

Da questo mese di luglio la nuova Fiat 124 Spider  si affianca a Fiat 500, 500L e 500X nelle concessionarie USA, arricchendo notevolmente la gamma della principale casa automobilistica italiana, almeno per quello che concerne il mercato degli Stati Uniti, che come sappiamo rappresenta un vero e proprio snodo cruciale qualora si voglia crescere nel numero delle immatricolazioni, cosi come vuole fare l’azienda di Torino con il lancio di questi nuovi veicoli tra cui appunto spicca la nuova sportiva biposto nata in collaborazione con la casa automobilistica giapponese di Mazda sulla base della spider Mx-5.

Negli Usa questo veicolo è il meno caro della sua categoria

Grazie ad un prezzo base di 24.995 dollari pari a 22.420 euro al cambio attuale,  la nuova sportiva italiana Fiat 124 Spider si propone sul mercato come la sportiva biposto turbo più economica che si trova attualmente nel mercato statunitense. Come si evince molto chiaramente tale prezzo è anche inferiore a quello previsto nel nostro paese per acquistare questo modello che da noi parte da euro 27.500. Si tratta di una mossa pensata appositamente con lo scopo di vendere più automobili possibile in un settore che in tale paese è molto in voga a differenza dell’Italia dove si tratta di una categoria di ‘nicchia’. Le prime Fiat 124 Spider sono sbarcate fisicamente dalle navi nel porto californiano di San Diego e in quello di Baltimora, nel Maryland, come si evince molto chiaramente dalla foto che vi mostriamo.  Si tratta degli stessi porti dove già da un anno sbarca la gemella giapponese di cui vi abbiamo accennato in precedenza: la spider Mazda MX-5, che al pari del veicolo Fiat viene prodotto nello stabilimento di Hiroshima.

fiat 124 spider
fiat 124 spider: oggi giornata storica con lo sbarco dei primi esemplari negli Usa, dove presto esordiranno sul mercato

Anche negli Usa il propulsore sarò 1.4 MultiAir in versione da 162 e 166 cavalli

Per la Fiat 124 Spider si tratta di un ritornoin America dove questo celebre modello manca da 31 anni esatti. Ancora oggi nel paese Nord Americano sono presenti circa 8 mila esemplari di quella mitica vettura. Infine vi confermiamo anche che la variante USA della nuova Fiat 124 Spider è dotata dello stesso motore 1.4 MultiAir turbo che abbiamo visto nella versione europea, ma con 162 Cavalli negli allestimenti Classica e Lusso e 166 CV in quella proposta da Abarth. Presto sapremo se anche questo modello avrà fatto breccia nei cuori degli americani al pari di quanto accaduto negli scorsi decenni con la sua mitica antenata.

  • ILKönz

    Veramente il meno caro della categoria, pure negli USA, rimane il modello Mazda.
    E poi capirai che soddisfazione, gli unici modelli di quel segmento negli USA sono proprio MX-5 e 124. Stop.
    Le altre possibili concorrenti sono SLC, Z4 oppure le versioni cabrio di Corvette, F-Type, 718 ecc… ma ovviamente rientrano tutte in una fascia di prezzo più alta.

  • umberto

    Un altro risultato importante ed il ritorno di una macchina che ricorda un grande passato sportivo, sicuramente non vi saranno numeri elevati di vendita, ma questo tipo di macchine non sono fatte per i grandi numeri.

  • Salvatore Ferrante

    quante Mazda hanno venduto in quest’anno negli USA?

    • ILKönz

      Premettendo che Mazda è un brand indipendente, grosso modo stanno vendendo come nel 2015, se il trend rimane quello allora si parla di 300mila modelli circa alla fine dell’anno.
      Certo bisogna pur considerare quanto concretamente verrà apprezzata la nuova generazione della MX-5, ma rimane pur sempre un modello di nicchia, pur se abbordabile, mentre il grosso delle vendite lo fanno con berline e suv (Mazda 3 e 6, più le varie CX)

  • Alfonso

    Speriamo che la 124 risolleverà un po l’immagine della Fiat in Nord America dopo le buone partenze della 500 e 500L che stanno crollando come se qualcuno remasse contro FCA o magari solo per loro disinteresse a crescere in terra americana…secondo me Alfa farà dei discreti numeri oltreoceano ma ci vuole una gamma competitiva. Staremo a vedere..

    • ILKönz

      Le vendite sono crollate perchè in terra americana si fanno periodicamente classifiche su affidabilità e qualità costruttiva, stilare periodicametne da enti indipendenti.
      Si fanno controlli a campione sui clienti e si misura il loro grado di soddisfazione in rapporto a molteplici fattori riguardanti il loro veicolo di proprietà.
      E indovina quali marchi si trovano spesso e volentieri in fondo a tali classifiche?
      Gli automobilisti americani hanno un grado di consapevolezza ben più alto di quelli europei, e se certi accorgimenti fossero presi anche nel vecchio continente a quest’ora già parleremmo di FCA come di un lontano ricordo…
      Per fortuna c’è Jeep, che nonostante le magagne, vende comunque bene perchè pur sempre americana e perchè la benzina oltreoceano è molto meno cara, quindi i suoi suv hanno ancora un certo appeal. Ma di certo Ford e GM non vendono meno in quella categoria, anzi…
      Invece le più “tradizionali” Chrysler e Fiat soffrono di un’emorragia di vendite a doppia cifra che dura da mesi e mesi negli US, che ricordiamolo, sono il principale mercato di FCA, visto che si concentra in esso l’80 % del loro fatturato globale annuo (mentre il 60% di quello europeo è soltanto in Italia)
      Quindi il maglioncino faccia poco il fenomeno.

      • gil upnatistim

        Ah Konz, Lei sta asserendo che le opeline, le fiestine, sono fatte meglio delle nostre Fiat ? Mah .. non credo, in america fiat vende meno perchè c’è un’esplosione di richiesta di Suv e non per quello che asserisce Lei. Il maglioncino non è necessario che faccia il fenomeno: è un fenomeno. Sta vendendo oltre 200.000 mezzi al mese tra Usa e Canada .. quindi .. e come ben sa la Chrisler aveva i libri in tribunale solo pochissimi anni fa. Vero è che bisogna anche ringraziare la sagacia di Obama in materia: ma son tutte cose che Lei sa solo che si diverte a fare lo gnorri.

        • umberto

          purtroppo il Konz non sa un bel nulla e scrive stupidate in continuo….. sente che i suoi padroni stanno perdendo terreno, quindi cerca sempre di denigrare le macchine Italiane….. è solo un inutile venduto ai tedeschi…… e come tutti i soggetti inutili non serve farlo ragionare, lasciamo che scriva le sue innumerevoli stupidate…. è felice con poco, quindi sarebbe un peccato renderlo triste, d’altronde è anche folcloristico ….. diversamente una persona che abbia un minimo di buon senso andrebbe a scrivere in un blog di venduti….. non in uno di appassionati di Alfa Romeo!

      • John Moschino

        Ciao Konz, come va il bilancio FCA?

  • gil upnatistim

    Spero che il mercato continui a dare ragione sia a Fiat 124 che alla Mjiata. Sono veramente 2 gran belle macchinette da divertimento puro. E sembra anche che si possa fare a meno del Viagra.. quindi w le 2 automobili e chapeau ai giapponesi che hanno detto: grazie a fiat 124 special abbiamo allungato la vita alla nostra mjiata che forse non volevano più riproporre. Debbo dire che sono meno invidiosi di noi: ma onestamente la 124 mi piace di più.