Fiat Tipo: Debutto a dicembre, prezzi da 12.500 Euro. Sarà un successo?

di -

A partire dalla prossima settimana, la nuova Fiat Tipo, la berlina a tre volumi di segmento C prodotta in Turchia, farà, finalmente, il suo debutto sul mercato italiano permettendo cosi a Fiat di fare ritorno in un segmento di mercato abbandonato molti anni fa. La nuova Fiat Tipo, svelata con il nome di Compact Sedan appartenente al progetto Fiat Aegea lo scorso maggio, arriva sul mercato italiano con un’offerta piuttosto interessante e punta a conquistare i clienti italiani sfruttando, soprattutto, un rapporto qualità/prezzo davvero ottimo.Fiat Tipo

Le berline di segmento C in Italia, ma anche in molti altri mercati dell’Europa occidentale, non sono di certo la tipologia di vettura preferita dai clienti e, quindi, portare la nuova Fiat Tipo in Italia rappresenta per il marchio italiano una vera e propria scommessa. In molti, infatti, avevano ipotizzato che la nuova Tipo in versione berlina sarebbe stata commercializzata unicamente nell’est d’Europa mentre in Italia e nei principali mercati occidentali Fiat avrebbe commercializzato le altre due vetture del progetto Aegea, una hatchback e una station wagon che poggeranno le basi sulla stessa piattaforma (derivata dalla 500L) della nuova Fiat Tipo.

Fiat Tipo, prezzi da 12.500 Euro per l’Opening Edition

Fiat, invece, crede molto nel progetto della sua nuova berlina e per garantire sin da subito un forte successo commerciale ha predisposto un lancio in grande stile con una Opening Edition davvero molto interessante. La nuova Fiat Tipo, infatti, sarà disponibile in promozione già da dicembre a partire da 12.500 Euro, prezzo relativo alla versione Opening Edition con motore benzina da 1.4 litri in grado di erogare una potenza massima di 95 CV. Al prezzo di una compatta di segmento B, i clienti italiani potranno acquistare una più grande e comoda berlina a tre volumi, adatta alle famiglie, che si caratterizza anche per una dotazione base piuttosto ricca che comprende sei airbag, l’ESC con Hill Holder, il clima automatico, la radio con supporto Bluetooth e comandi al volante, i cerchi in lega da 16 pollici, i sensori di parcheggio al posteriore, gli specchietti retrovisori elettrici, il sistema di apertura automatica del baule posteriore, il sedile di guida regolabile anche in altezza, i fendinebbia oltre ai dettagli cromati della carrozzeria.

Per i clienti alla ricerca di una motorizzazione diesel, la nuova Fiat Tipo si presenterà anche con un motore 1.6 MultiJet II da 120 CV disponibile sia nella versione base Opening Edition che, ad un prezzo di 19.900 Euro, nella più ricca versione Opening Edition Plus.

L’obiettivo di Fiat è trasformare la sua nuova Fiat Tipo un successo commerciale sin dalle prime settimane successive l’avvio delle vendite. Il marchio italiano dovrà di certo superare una concorrenza piuttosto agguerrita ma la nuova Tipo berlina sembra davvero avere tutti requisiti per poter diventare una delle auto più diffuse del marchio in Europa. L’appuntamento con la nuova Fiat Tipo è fissato per il prossimo mese di dicembre con l’apertura ufficiale delle vendite. La vettura è comunque già ordinabile, da un paio di settimane, in concessionaria. Continuate a seguirci per tutti gli aggiornamenti legati alla nuova berlina di casa Fiat destinata a diventare una delle realtà più interessanti del mercato delle quattro ruote europeo.

  • Devo dire che mi piace veramente tanto. Macchina razionale ed anche bella.

  • to be a succes like lancia dedra/lybra/prisma 2016-2017 🙂

  • lionking

    Una macchina bella, robusta, spaziosa e senza fronzoli. Mi piace!

  • SpadadiDamocle

    il prezzo è davvero interessante! per chi come me ha una famiglia da mantenere e non può spendere troppi soldi in una macchina avere una macchina nuova a quel prezzo è da leccarsi i baffi! brava FCA

  • Aspetto la hatcback

  • orazio.bacci

    Può succedere di tutto,ma con un prrezzo mantenuto itelligentemente basso cosi di sicuro!

  • orazio.bacci

    95 Cv non sono mica male per il benzina € 12.500 OK il prezzo e giusto,il motore Diesel mandatelo al Diavolo,ma non avete visto che disastro mondiale ha fatto!Buttateli a mare,come nel mare e finito per tutti i morti d’inquinamento Diesel.