Maserati: Il Levante debutta a Ginevra, obiettivi di vendita leggermente ridimensionati per il 2018

Maserati Levante

In casa FCA si sta vivendo un periodo decisamente delicato. Oltre allo slittamento del debutto di alcuni dei nuovi modelli di Alfa Romeo, in primiis la Giulia, anche il brand Maserati sta attraversando un momento piuttosto complicato, con risultati di vendita negativi a causa del calo del mercato cinese. In queste ore, in merito al futuro di Maserati, sono emerse nuove importanti informazioni. In occasione del Winter Tour 2015/2016, Giulio Pastore, responsabile Maserati per l’Europa, ha confermato in via ufficiale che il nuovo SUV Maserati Levante sarà presentato in pubblico nel corso della prossima edizione del Salone di Ginevra 2016, in programma a marzo. 

Rispetto a quanto dichiarato da Maserati nei mesi scorsi, Pastore ha evidenziato che il debutto sul mercato europeo del nuovo Maserati Levante non sarà però immediatoIl Levante arriverà a Ginevra, e debutterà sui mercati internazionali tra maggio e giugno dell’anno prossimo” In sostanza, per vedere in strada i primi esemplari del nuovo Levante sarà necessario attendere la prossima primavera inoltrata, sino all’inizio dell’estate. Con il debutto del nuovo SUV, Maserati potrà, finalmente, riprendere il suo programma di crescita che, dopo uno straordinario 2014, si è bruscamente interrotto a causa di una prima parte di 2015 decisamente negativa con i primi nove mesi dell’anno in corso che, su scala internazionale, hanno fatto registrare un calo del -15% delle vendite complessive per il marchio. Il Levante, che dovrebbe essere prodotto 20-25 mila esemplari all’anno, sarà la chiave per riprendere il rilancio delle vendite del marchio.

Maserati, obiettivi di vendita ridimensionati (di poco) per il 2018

Il piano industriale di Maserati prevede il raggiungimento del target delle 75 mila unità vendute all’anno entro il 2018. Si tratta di un traguardo ambizioso che, a causa del rallentamento del mercato cinese, un mercato chiave per Maserati, potrebbe essere stato leggermente ridimensionato. Ecco quanto dichiarato in tal senso da Pastore “Non parlo di 75.000 unità ma di 70.000: tutto quello che raccoglieremo oltre quel traguardo va considerato un successo” Al momento, in casa Maserati, tutto ruota intorno alla Cina che, ricordiamo, rappresenta il secondo mercato mondiale per Maserati dopo gli USA. Secondo Pastore: “I mercati come la Cina sono soggetti ad andamenti ciclici, prova ne sia il fatto che i dati di ottobre sono di nuovo molto positivi. La Cina rimarrà il nostro secondo mercato globale, e con l’arrivo della Levante ripartirà: la Suv troverà lì il suo principale bacino di vendite a livello mondiale: in quel Paese contiamo di consegnarne tra le 5.000 e le 5.500 unità entro fine 2016” In ogni caso, a differenza di quanto sta avvenendo con Alfa Romeo in questi giorni, il rallentamento delle vendite in Cina non comporterà alcun ritardo nel rilascio sul mercato dei futuri modelli del brand. Maggiori informazioni in merito al futuro di Maserati ed al nuovo Maserati Levante emergeranno, senza alcun dubbio, già nel corso dei prossimi giorni.