Volkswagen, anche il Governo italiano inizia ad indagare sul “Diesel-gate”

di -

Il “Diesel-gate” che vede protagonista in queste ore il gruppo Volkswagen, che ha ammesso di aver truccato con un software realizzato ad hoc i risultati dei test di omologazione sulle emissioni di alcuni motori diesel negli USA, si allarga anche ad altri mercati internazionali ed in particolare all’Europa ed all’Italia. Il Ministro dell’Infrastrutture e dei Trasporti Delrio ha, infatti, richiesto ufficialmente dei chiarimenti sulla situazione all’ente tedesco “Kraftfahrt-Bundesamt” che ha omologato tutti i veicoli del gruppo Volkswagen presenti sul mercato del nostro paese. A differenza di quanto accade negli USA, infatti, in Europa. per via della norma UE “Direttiva Quadro 2007/46”, tutti gli stati membri sono obbligati ad accettare l’omologazione ed immatricolare qualsiasi veicolo dotato di un certificato di omologazione valido rilasciato da qualsiasi paese. L’ente “Kraftfahrt-Bundesamt”, forse anche più di Volkswagen, rappresenta il principale interlocutore del Governo italiano che vuole vederci chiaro sul caso Diesel-gate che potrebbe allargarsi, rapidamente, sia all’Europa, dove anche la Francia ha già avviato un’indagine simile, ed ad alcuni mercati asiatici, come la Corea del Sud dove il 90% delle vendite di Volkswagen è rappresentato da auto dotate di motori diesel.

Leggi anche: Volkswagen ha truccato i dati delle emissioni dei motori diesel negli USA, vendite interrotte

I possibili sviluppi del “Dieselgate” di Volkswagen sono numerosi. Al momento, infatti, i dati truccati sulle emissioni riguardano soltanto la famiglia di motori a quattro cilindri 2.0 TDI ma l’Epa, l’ente americano che ha scoperto il “trucco” di Volkswagen, sta già esaminando il motore V6 3.0 TDI montano da Volkswagen su auto e SUV ad enorme diffusione come Volkswagen Touareg, Audi A6, A7, A8, Q7 e Porsche Cayenne. Per ora sarà necessario attendere ancora diversi gironi prima di conoscere i nuovi sviluppi sul caso che, ad ogni modo, è destinato a mutare radicalmente gli equilibri nel mercato delle quattro ruote. Volkswagen, infatti, si appresta a vivere un periodo estremamente difficile della sua storia, in particolare negli USA, e se i dati sulle omologazioni dovessero risultare truccati anche in Europa la situazione potrebbe degenerare rapidamente con scenari decisamente inaspettati per il gruppo tedesco. Continuate a seguire ClubAlfa.it e la nostra pagina Facebook ufficiale anche nei prossimi giorni per restare in contatto con tutte le novità relative al Diesel-gate che vede protagonista Volkswagen.

  • Paolo Guidi

    che goduria ! ma come mai anche i tedeschi taroccano ! ma come mai signora Merkel non sapeva nulla ? beh spero che la tranvata sia talmente forte che…….

  • Seeeeee “scò, facciamo 10mila di multa, 50 mila di tangente e amici come prima” ???