BMW M, ecco come sarà l’auto elettrica più potente di sempre

Daniele Di Geronimo Autore
Scopriamo le prime anticipazioni sulla prossima BMW M, l’auto elettrica più potente di sempre.
BMW M

Il settore delle auto elettriche prosegue la sua crescita e il suo sviluppo anche verso i veicoli ad alte prestazioni. Arriverà solamente per il 2026 o il 2027, ma la BMW M sarà l’auto elettrica più potente di sempre. Il CEO della divisione M di BMW, Franciscus van Meel, ha dichiarato che la prossima BMQ sarà migliore di tutto quello che siamo stati abituati a vedere.

Cosa sappia della nuova BMW M

Caratteristiche BMW M

La base di partenza della BMW M è la M3 elettrica con la quale condividerà la piattaforma della Neue Klasse ma con una dotazione migliorata che prevede quattro motori elettrici e un software sviluppato per offrire prestazioni notevoli, come quelle di una supercar.

Dalle prime informazioni rilasciate dagli ingegneri e dagli sviluppatori BMW sappiamo che la prossima auto ad alte prestazioni prevederà una potenza di 1000 kW circa con un sistema di propulsione e la centralina per la dinamica del veicolo che saranno sviluppati internamente da BMW. Questa tecnologia consentirà il controllo simultaneo dei quattro motori elettrici e varie funzioni. A questo proposito il lavoro su cui si sta orientando BMW è quello di sviluppare un sistema capace di gestire il telaio e anche la trasmissione in maniera centralizzata.

Prestazioni BMW M

Questa configurazione donerà alla BMW M non solo elevate prestazioni ma anche una manovrabilità lineare, neutra e prevedibile. Obiettivo di BMW è quello di usare il powertrain a quattro motori per la rotazione sul posto e altre soluzioni innovative. I motori elettrici prevederanno un sistema di raffreddamento particolarmente sofisticato in grado di produrre elevati livelli di coppia e di potenza.

L’architettura sarà quella da 800V per la ricarica rapida con un’accelerazione clamorosa: da 0 a 100 km/h in meno di 3 secondi. Particolare attenzione anche alle batterie che prevederanno un sistema di raffreddamento e una chimica diversa da quella delle Neue Klasse in modo da assicurare una fornitura di potenza costante senza perdita di prestazioni o surriscaldamenti.

Lo sviluppo della nuova BMW sembra orientarsi anche verso una versione a trazione posteriore e due motori sullo stesso asse che dovrebbe regalare un’esperienza di guida diversa.

Marca:    Modello:    Argomento: 
Share to...