in

Ferrari: Camilleri non è preoccupato di eventuali aumenti di stipendio per i piloti

Il CEO di Ferrari non è preoccupato da eventuali aumenti salariali che potrebbero venire richiesti dai piloti dopo il 2021

Camilleri Binotto

Le modifiche alle regole del 2021 sono impostate per implementare un limite di budget per le squadre. I piloti però vorranno essere pagati allo stesso modo e i team dovranno gestire con cura le proprie finanze. Il CEO della Ferrari, Louis Camilleri, afferma di non essere preoccupato per lo stipendio dei piloti del suo team nel 2021 e che le modifiche alle regole non significano che i piloti guadagneranno di meno. La Formula 1 è destinata a diventare più competitiva e con questo ci saranno corse più ravvicinate e molti credono che i piloti migliori chiederanno quindi più soldi.

Il CEO di Ferrari non è preoccupato da eventuali aumenti salariali che potrebbero venire richiesti dai piloti

Non me ne preoccupo”, ha detto Camilleri a Motorsport.com. Quello che l’amministratore delegato del cavallino rampante chiede però ai suoi piloti è che diano sempre il 100 per cento in maniera da garantire alla Ferrari la vittoria in campionato che ormai manca da moltissimo tempo. Ricordiamo che il 2021 potrebbe vedere un cambiamento importante nella coppia di piloti del team di Maranello. Charles Leclerc dovrebbe venire confermato mentre Sebastian Vettel sembra prossimo all’addio. Al suo posto potrebbe arrivare il 6 volte campione del mondo Lewis Hamilton.

Ti potrebbe interessare: Raikkonen dice di non trovare differenza tra la pressione vissuta in Ferrari rispetto a quella di Alfa Romeo

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento