in

Leclerc rischia di ricevere una penalità in griglia in Brasile

Il giovane pilota della Ferrari rischia una penalità di 10 posti in griglia nel caso in cui dovesse usare un nuovo motore

Leclerc
Leclerc

A seguito di una perdita idraulica durante la TL3 negli Stati Uniti, Charles Leclerc ha dovuto utilizzare una precedente unità di potenza per il Grand Prix sul Circuit of the Americas lo scorso fine settimana. Tuttavia, non può più ricorrere a questa specifica in Brasile. Il motore spec-2, quello utilizzato ad Austin, non può più essere utilizzato a causa del chilometraggio. Lo scorso fine settimana la Ferrari è stata costretta a utilizzarlo a causa del difetto della specifica 3, ma usarlo di nuovo porterebbe ad un rischio molto elevato di guasto.

L’opzione più ovvia sarebbe per la Ferrari riparare il motore spec-3. Se ciò non fosse possibile, tuttavia, il team italiano dovrà introdurre una quarta specifica, che sarebbe originariamente prevista per il 2020. Se la Ferrari scegliesse quest’ultima, significa che Leclerc  riceverebbe una penalità in griglia a Interlagos.

Secondo Motorsport.com, la Ferrari è ancora in dubbio su quale percorso scegliere. I test a Maranello hanno dimostrato che lo spec-3 è ancora in grado di terminare la stagione. Ciò significherebbe che nulla a accadrebbe a Leclerc in termini di penalità, in quanto rispetterebbe il limite di tre unità di potenza per stagione. Però sarebbe un rischio continuare a utilizzare un motore che ha già avuto problemi.

La scelta di una quarta unità di potenza darebbe a Leclerc una penalità in griglia di 10 posizioni. Con la lotta per il terzo posto in campionato ancora in corso, una penalità sarebbe un duro colpo per il monegasco in quanto darebbe a Max Verstappen e Sebastian Vettel una buona opportunità per guadagnare terreno. Tuttavia, se il motore si guastasse durante la gara, potrebbe essere anche peggio per il giovane monegasco.