in

FCA e PSA: la nuova gestione cercherà di ridurre i costi nel tempo

In caso di fusione tra FCA e PSA la nuova gestione del nascente gruppo punterà a ridurre i costi nel tempo ma non eliminerà marchi

Tavares PSA, FCA Fusione
Tavares PSA, FCA Fusione

In caso di fusione tra FCA e PSA la nuova gestione del nascente gruppo punterà a miglioramenti nel tempo. Questo soprattutto per quanto concerne la riduzione dei costi. Lo ha dichiarato l’amministratore delegato di PSA parlando con Radio BFM Business venerdì. Il CEO Carlos Tavares ha anche affermato di non vedere la necessità di eliminare marchi all’interno della nuova entità PSA -Fiat Chrysler.

I due gruppi automobilistici stanno puntando a un risparmio sui costi annui di 3,7 miliardi di euro nell’ambito di una fusione pianificata svelata a fine ottobre, che creerà la quarta casa automobilistica al mondo con 8,7 milioni di vendite annue di veicoli. Carlos Tavares ha anche affermato che i due gruppi sono disposti a fare tutte le concessioni necessarie per ottenere il via libera dall’Unione europea.

“Date tutte le necessarie autorizzazioni normative che devono essere concesse, un accordo del genere non può essere chiuso in meno di un anno”, ha detto Tavares, aggiungendo tuttavia che si aspetta di siglare un “accordo vincolante” nelle prossime settimane. Una fonte che ha familiarità con la questione ha detto alla Reuters sabato che FCA e PSA mirano a firmare un accordo di fusione finale già all’inizio del mese prossimo. Vedremo dunque come si evolverà la situazione.