in

Sebastian Vettel sostiene che il successo di Lewis Hamilton non è solo dovuto alla macchina

Sebastian Vettel ha sostenuto che il successo del suo rivale Lewis Hamilton negli ultimi anni non è dovuto solo dall’avere la macchina più forte,

Sebastian Vettel e Lewis Hamilton
Sebastian Vettel e Lewis Hamilton

Il pilota della Ferrari Sebastian Vettel ha sostenuto che il successo del suo rivale Lewis Hamilton negli ultimi anni non è dovuto solo dall’avere la macchina più forte, ma anche al suo talento. Il pilota Mercedes è sulla buona strada per assicurarsi un sesto campionato piloti dopo essere passato in testa alla classifica nella prima parte della stagione. Nonostante la rinascita della Ferrari nelle ultime gare, Hamilton vanta ancora un vantaggio di 64 punti sul compagno di squadra Valtteri Bottas.

Il dominio delle Silver Arrows è iniziato con l’introduzione dell’ibrido nel 2014, dove hanno prodotto l’auto più veloce per tre stagioni consecutive. Vettel e Ferrari hanno sfidato la Mercedes nel 2017 e nel 2018, ma gli errori della Ferrari e la continuità di Mercedes e di Hamilton hanno portato il britannico e la scuderia tedesca ad ottenere un quarto e quinto campionato mondiale.

“Lo merita”, ha detto Vettel quando gli è stato chiesto se Hamilton meritasse i suoi titoli. “Penso che ovviamente la Mercedes abbia avuto la macchina migliore negli ultimi due anni e penso che ci siano altri piloti che hanno avuto buone possibilità di vincere, un campionato. Ma non si tratta solo di questo, è la combinazione di varie cose. Per quanto non mi sia piaciuto che abbia vinto sempre lui negli ultimi anni devo dire che ciò è merito anche della sua bravura.” 

Il tedesco ritiene anche che il successo di Hamilton e Mercedes negli ultimi cinque anni li ha resi una squadra “molto difficile da battere” a causa della loro mancanza di errori. Non è solo Lewis, non è solo Mercedes, ma è la loro combinazione che è arrivata a un punto in cui sono molto, molto difficili da battere, molto continui e fanno pochissimi errori”, ha aggiunto Vettel. “Quindi attribuisci credito a lui, merito alla squadra. Non credo che tu possa separare i due, è giusto menzionarli entrambi.”