in

Binotto: il brutto inizio ha “compromesso tutto” per la Ferrari in Giappone

Mattia Binotto ha ammesso che la partenza incredibilmente brutta della sua squadra all’inizio del Gran Premio del Giappone  “ha compromesso tutto”

Mattia Binotto

Il caposquadra del team Ferrari Mattia Binotto ha ammesso che la partenza incredibilmente brutta della sua squadra all’inizio del Gran Premio del Giappone  “ha compromesso tutto” per la squadra italiana, dato che nonostante la partenza in prima fila per la Ferrari sono arrivati solo una P2 e una P6.

La Mercedes ha siglato il suo sesto campionato consecutivo di costruttori a Suzuka, riuscendo a vincere il GP principalmente a causa della partenza. Sebastian Vettel ha effettivamente avuto un balzo in avanti e poi si è allontanato molto lentamente una volta che le luci si sono spente, con Valtteri Bottas che ha preso il comando alla prima curva.

Invece, l’altro pilota Ferrari Charles Leclerc ha avuto una collisione alla curva due con Max Verstappen. Il pilota olandese alla fine si è ritirato. Leclerc ha potuto continuare ma ha dovuto effettuare un lungo pitstop, finendo sesto. “Oggi, il ritmo di gara e il degrado delle gomme hanno finito per favorire Mercedes”, ha  detto Binotto a Sky Sports F1 Italia. “Tuttavia, credo che se fossimo rimasti in prima e seconda posizione all’inizio del Gran Premio avremmo potuto difenderci.”

“Oggi dobbiamo prendere le cose positive per noi come il fatto di aver conquistato la prima fila in qualifica. Hamilton? Fin dai primi giri ci siamo resi conto che aveva due stop da fare. “Ci aspettavamo il secondo pitstop di Hamilton e sapevamo che sarebbe uscito alle nostre spalle con delle gomme morbide. Abbiamo dovuto difenderci sui rettilinei e l’abbiamo fatto. Seb è stato bravo, ha fatto una buona gara da quel punto di vista, a parte l’inizio. Penso che abbia guidato bene oggi. “

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento