in

Ferrari protagonista al Salone Auto e Moto d’Epoca di Padova 2019

Maranello protagonista all’evento padovano con alcune storiche barchette e le nuove Monza SP1 e SP2

Ferrari 166 Mille Miglia Touring

Molti di voi sicuramente sapranno che Ferrari è legata parecchio alle auto barchetta poiché hanno rappresentato il mercato automobilistico della fine degli anni ‘40 con le loro carrozzerie spider da corsa molto leggere e abbinate a un piccolo parabrezza.

Gli organizzatori del Salone Auto e Moto d’Epoca di Padova 2019 hanno deciso di dedicare una sezione alle barchette di Maranello. Ad esempio, è possibile apprezzare dal vivo un esemplare della Ferrari 166 Mille Miglia carrozzata Touring del 1950 appartenuta a Gianni Agnelli, venduta successivamente in Belgio e portata in gara da Olivier Gendebien.

Ferrari 166 Mille Miglia Touring
Ferrari 166 Mille Miglia con carrozzeria Touring

Ferrari 166 Mille Miglia Touring: uno dei soli 34 esemplari prodotti esposti al Salone Auto e Moto d’Epoca di Padova 2019

Oltre a questo, la stessa vettura è appartenuta a Jacques Swaters, un grande collezionista di auto Ferrari ed ex pilota di Formula 1. Normalmente, la Ferrari 166 Mille Miglia Touring viene esposta al MoMA di New York e alla Alte Nationalgalerie di Berlino come modello rappresentativo del design italiano.

Nel 2015, la storica auto ha partecipato anche al Concorso d’Eleganza di Villa d’Este, spiccando fra le vetture presenti. Il veicolo venne presentato ufficialmente per la prima volta nel 1948 durante il Salone di Torino in seguito alla vittoria di Clemente Biondetti e Giuseppe Navone con la 166 S Coupé Allemano alla Mille Miglia dello stesso anno. Con la stessa coppia di piloti, la storica barchetta da competizione vinse pure l’edizione del 1949.

Ferrari 166 Mille Miglia Touring

Il cavallino rampante decise di produrre l’auto in soli 34 esemplari (oltre ai 13 della versione del 1953 con potenza di 160 CV e altre migliorie). Gianni Agnelli, in particolare, guidava all’epoca un esemplare verde e blu metallizzato davvero singolare.

Sotto il cofano troviamo un motore anteriore V12 a 60° da 2 litri con potenza di 140 CV a 6600 giri/min, abbinato a un cambio a 5 rapporti + retromarcia. Grazie a questo propulsore, la Ferrari 166 Mille Miglia era in grado di raggiungere una velocità massima di 220 km/h.

Ritornando al Salone Auto e Moto d’Epoca di Padova 2019, Ferrari ha deciso di esporre anche le ultime Ferrari Monza SP1 e SP2 appartenenti alla nuova serie Icona e ispirate proprio alle barchette degli anni ‘50. Altre vetture del cavallino rampante esposte sono la 340 MM Vignale, la 857 S (uno dei soli 4 esemplari costruiti), la 500 Mondial, la 375 MM Pininfarina, la 550 Barchetta e la 750 Monza.

Ferrari 166 Mille Miglia Touring