in

Villeneuve teme per Vettel: “Tutti vogliono Leclerc”

L’ex pilota afferma che l’equilibrio di potere in Ferrari si è già spostato da Sebastian Vettel verso Charles Leclerc

Charles Leclerc Sebastian Vettel Lewis Hamilton
Sebastian Vettel, Charles Leclerc e Lewis Hamilton

Jacques Villeneuve afferma che l’equilibrio di potere in Ferrari si è già spostato da Sebastian Vettel verso Charles Leclerc. Le quattro pole position consecutive e le vittorie di Leclerc in Belgio e, in particolare in Italia, hanno lanciato il 21enne in F1, rendendolo molto popolare in particolare nella patria della Ferrari. La sua vittoria a Monza è stata la prima della Scuderia sul terreno di casa in nove anni.

Villeneuve afferma che il clamore attorno a Leclerc si dimostrerà impossibile da invertire e ha anche respinto l’idea che Vettel ha sofferto quest’anno perché non è adatto alla SF90. “L’energia non è giusta”, ha detto Villeneuve a Motorsport-Total.com. “Tutti vogliono Leclerc, Leclerc, Leclerc, i media, i fan … e non puoi farci niente. Non importa quanto bene guidi, sei dalla parte sbagliata dell’energia, e se è così, stai soffrendo un po’, è una legge in questo sport. “Non ha nulla a che fare con il concetto di macchina. La macchina è stata progettata con il feedback dei conducenti che guidavano prima e questi erano Vettel e Raikkonen, non Leclerc.”

“Quindi lui [Vettel] ha la sua responsabilità nella progettazione di questa macchina.” Villeneuve crede che il crollo di Vettel sia stato influenzato da un effetto da sbornia a causa del suo schianto  nel Gran Premio di Germania dello scorso anno, che ha iniziato la sua crisi. “Certo, perché fai un errore e sai che devi incolpare te stesso, che probabilmente ha cambiato l’intero campionato – è difficile anche psicologicamente”, ha detto Villeneuve. “Tutti i media e i fan ne parlano, quindi senti la pressione, ovviamente, questo ha un impatto”.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento