in

Ross Brawn: Vettel “sta vivendo ciò che ha provato nell’ultimo anno alla Red Bull”

Ross Brawn ha affermato che Vettel dopo l’arrivo di Leclerc alla Ferrari sta “sperimentando ciò che ha provato” nel suo ultimo anno alla Red Bull nel 2014

Sebastian Vettel e Charles Leclerc

Il direttore generale della Formula 1, Ross Brawn, ha affermato che Sebastian Vettel dopo l’arrivo di Charles Leclerc alla Ferrari sta “sperimentando ciò che ha provato” nel suo ultimo anno alla Red Bull nel 2014 con Daniel Ricciardo. Nel 2014 Vettel era stato il miglior pilota negli ultimi quattro anni, vincendo quattro campionati mondiali di fila. Con il ritiro dalla Formula 1 del suo compagno di squadra Mark Webber arrivò nel suo team un giovane Daniel Ricciardo. Quest’ultimo proveniva dalla Toro Rosso dove aveva ottenuto dei buoni risultati. Nel suo primo anno alla Red Bull, l’australiano ottenne tre vittorie finendo terzo in campionato a 238 punti con Vettel che invece chiuse quinto con 167 punti.

Secondo Brawn, Vettel sta vivendo in Ferrari una situazione simile a quella vissuta alla Red Bull nel 2014

Il tedesco è approdato alla Ferrari nel 2015, riscuotendo un certo successo, anche se non al livello di quando era alla Red Bull e quattro anni dopo si ritrova nuovamente a dover fare i conti con un pilota più giovane come Charles Leclerc. Leclerc ha vinto a Spa e Monza e ha superato in classifica Vettel, con il tedesco che ha commesso un errore grave in Italia, rovinando la sua gara. Brawn ha dichiarato: “In una certa misura, Sebastian sta vivendo quello che ha provato alla Red Bull nel suo ultimo anno lì, nel 2014, quando si è trovato contro Daniel Ricciardo. È inevitabile che il tuo primo rivale sia sempre il tuo compagno di squadra. ”

Brawn crede che il tedesco abbia bisogno del supporto della Ferrari per tornare a vincere. “Vettel è chiaramente uno dei grandi del nostro sport, ma in questo momento difficile ha davvero bisogno del supporto della squadra per riguadagnare la fiducia che al momento sembra mancare”, ha aggiunto. “Questo, oltre a proseguire con lo sviluppo dell’auto, deve essere una priorità per il caposquadra Mattia Binotto nelle prossime settimane. Non sarà facile, ma è essenziale soprattutto in vista della stagione 2020″.