in

Ferrari 196 SP: uno dei soli 5 esemplari prodotti andrà all’asta

RM Sotheby’s prevede di venderla a una cifra compresa fra gli 8 e i 10 milioni di dollari

Ferrari 196 SP 1962

Per la Monterey Car Week, le varie case d’aste proporranno i migliori esemplari di alcune delle auto che hanno fatto la storia del settore automotive. Ad esempio, RM Sotheby’s prevede di mettere all’asta una rarissima Ferrari 196 SP del 1962 di Fantuzzi con numero di telaio 0806.

Secondo le stime fatte dalla famosa casa d’aste, la vettura dovrebbe essere venduta fra gli 8 e i 10 milioni di dollari. Abbiamo di fronte uno dei soli 5 esemplari costruiti da Maranello. La Ferrari 196 SP fu il primo prototipo sportivo del cavallino rampante ad avere un motore montato centralmente, sviluppato appositamente per le stagioni di gara del 1961 e del 1962 del Gran Premio.

Ferrari 196 SP 1962
Ferrari 196 SP 1962, il peso complessivo è di appena 600 kg

Ferrari 196 SP: RM Sotheby’s metterà all’asta un esemplare del 1962

L’esemplare in questione partecipò alla 12 Hours of Sebring del 1962, alla Nürburgring 1000 KM dello stesso anno, Elkhart Lake e alla Nassau Speed Week del 1963. Oltre a questo, l’auto è stata guidata da vari piloti importanti come Pedro Rodriguez, Bob Grossman e Buck Fulp mentre come proprietari è passata per le mani di Pierre Bardinon, Fabrizio Violati, Rob Walton e Doug Thiem.

Per chi non lo sapesse, la 196 SP non dispone del leggendario motore V12 Colombo ma di un V6 da 2 litri di bassa cilindrata ma ad alto rendimento, abbinato a un cambio a 5 rapporti. La potenza erogata arrivava a 210 CV a 7500 giri/min con un singolo albero a camme che comandava due valvole per cilindro. L’alimentazione era composta da 3 carburatori Weber 42 DCN mentre l’accensione era singola.

Ferrari 196 SP 1962

Grazie al suo peso di soli 600 kg, la Ferrari 916 SP presentava un incredibile rapporto peso-potenza. Secondo quanto riportato da RM Sotheby’s, questo esemplare è pronto per essere guidato in qualsiasi evento di corse vintage e altri simili in quanto non ha bisogno di alcuna riparazione.

L’ultima volta, questo esemplare è comparso all’Amelia Island Concours d’Elegance del 2010 dove ha vinto il premio Best-in-Class nella categoria auto da corsa tra il 1956 e il 1964.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento